Riportati casi "Emangioendotelioma"
(Tradotto da inglese da Altavista Babel Fish)

Filtrare per parole chiave:



Recupero documenti. Attendere prego...

101/526. Fili il haemangioendothelioma delle cellule in una fistola arterovenosa della barretta di anello dopo il trauma smussato.

    Presentiamo una cassa della fistola arterovenosa traumatica della barretta di anello e della palma, che ha proposto i dilemmi dell'amministrazione e finalmente ha reso necessaria l'amputazione del raggio. L'istologia successiva ha rivelato un haemangioendothelioma delle cellule dell'alberino che si era sviluppato all'interno della fistola. Segnaliamo le caratteristiche e l'amministrazione cliniche di questo paziente. ( info)

102/526. espressione aumentata di VEGF in angioendotheliomatosis reattivo del glomeruloid.

    Il angioendotheliomatosis reattivo (RAE) è un disordine molto raro caratterizzato da profonda proliferazione delle cellule endothelial. È associato spesso con le infezioni, quale l'endocardite batterica sua-acuto, ma inoltre è stato descritto come un segno in anticipo di una malignità ematologica di sviluppo. Segnaliamo il caso di una femmina caucasica di 71 anno che si è sviluppata lupus-come le lesioni di RAE. Un workup diagnostico completo e un follow-up clinico di tre anni successivo non hanno rivelato segno di un disordine contagioso o neoplastico di fondo. I immunofixations ripetuti del siero erano soltanto una volta costanti con un gammopathy monoclonale di importanza indeterminata. Nella pelle di lesional, il pronunciato germoglio-come formazione endothelial delle cellule è stato associato con un'espressione epidermica aumentata del fattore di sviluppo endothelial vascolare (VEGF), un mediatore angiogenico potente. In conformità con l'azione di paracrine di VEGF epidermico derivato, le cellule endothelial vascolari nella pelle di lesional hanno rivelato l'espressione aumentata del ricevitore VEGFR-2 (KDR) di VEGF. Questo caso suggerisce un ruolo possibile di VEGF epidermico derivato nella proliferazione endothelial delle cellule in RAE. ( info)

103/526. Cliniche nella formazione immagine diagnostica (89). Haemangioendotheliomas hepatosplenic infantili.

    I risultati di tomografia ultrasonographical e computata di un infante femminile six-month-old con i haemangioendotheliomas del fegato e della milza sono descritti. La lesione splenica ha avuta un'apparenza ultrasonographical insolita della massa isoechoic ben definita con un orlo hypoechoic. La diagnosi è stata confermata da esame istologico dell'esemplare epatico di biopsia. Le lesioni di Hepatosplenic durante il primo anno di vita possono essere dovuto vari processi patologici. È importante includere i haemangioendotheliomas nella diagnosi differenziale delle masse hepatosplenic in un infante. ( info)

104/526. Angioendothelioma Myoid della milza.

    Anche se i neoplasma vascolari della milza sono rari, sono la proliferazione nonhemopoietic più comune dell'organo e comprendono i hemangiomas, i lymphangiomas, gli amartomi, i angiomas litoranei delle cellule, i hemangioendotheliomas e gli angiosarcomi, come pure il angioendothelioma myoid recentemente descritto (mA). Il mA è un tumore raro e benigno della milza, che è caratterizzata morfologicamente da un composto degli spazi vascolari e delle cellule stromal con le caratteristiche myoid. In 1999, nell'unico rapporto di questo neoplasma insolito, Kraus e Dehner hanno descritto le caratteristiche di 3 casi. Presentiamo un altro caso del mA della milza che accade in un uomo di 51 anno che ha dimostrato le caratteristiche morfologiche e immunohistochemical caratteristiche di questo neoplasma. Oltre che le caratteristiche descritte da Kraus e da Dehner, il nostro caso inoltre ha visualizzato i risultati precedentemente non riferiti di filare focale delle cellule stromal ed ha sparso le cellule di S100-positive nello stroma. Il caso era più ulteriormente unico nell'avere una cicatrice stellare centrale. L'attenzione attenta all'istologia, possibilmente con l'aiuto di immunohistochemistry, dovrebbe distinguere altri neoplasma splenici dal mA. Anche se il mA è una lesione morfologicamente distinta, il relativi spettro istologico, comportamento biologico e rapporto ad altri tumori vascolari devono ancora completamente essere scoperti. È sperato che il riconoscimento di ulteriori casi e l'uso di più nuove tecnologie molecolari, contribuiscano più meglio a definire la posizione e le implicazioni nosological della diagnosi di questo tumore insolito. ( info)

105/526. Il tipo epatico infantile congenito II di hemangioendothelioma ha trattato con trapianto orthotopic del fegato.

    Gli autori descrivono una ragazza da 10 settimane fa con il hemangioendothelioma epatico infantile che inizialmente ha presentato con la difficoltà che si alimenta, l'epatomegalia ed i hemangiomas multipli della pelle. Sei settimane della terapia steroide e 2 settimane della chemioterapia non sono riuscito a produrre il miglioramento clinico. Il paziente ha subito il trapianto spaccato del fegato. Una diagnosi definitiva del tipo II di hemangioendothelioma è stata fatta. Gli studi di formazione immagine non possono differenziarsi fra il hemangioendothelioma e l'angiosarcoma. Le modalità di trattamento per questa circostanza rimangono poco chiare. Il paziente continua a fare bene. ( info)

106/526. Hemangioendothelioma epitelioide delle ossa orbitali.

    SCOPO: Gli autori segnalano un caso di un hemangioendothelioma epitelioide che presenta nelle ossa orbitali. Una revisione della letteratura si è riferita a questo neoplasma orbitale raro non ne ha identificato otto casi ben documentati, uno di cui si è presentato in un più giovane paziente di quello segnalato qui, ma di che è provenuto da osso. metodi: Un ragazzo 3 1/2-month-old ha avuto la massa orbitale inferiore di sinistra che si era sviluppata velocemente su un periodo di tre giorni. Un'esplorazione di tomografia computata di emergenza ha mostrato un grande neoplasma con la distruzione significativa dell'osso dello zygoma e della mascella superiore. L'esame iniziale ha suggerito un rabdomiosarcoma e una biopsia transconjunctival è stata effettuata, che è stata complicata da perdita di anima significativa. La diagnosi patologica finale era un hemangioendothelioma epitelioide, o classifichi il hemangioendothelioma 2, dell'origine dell'osso. Nessun altro luogo della malattia è stato trovato sull'indagine metastatica. Il trattamento successivo ha consistito di una resezione del tumore del blocco dell'en che risparmia i tessuti ed il globo molli orbitali. RISULTATI: Il paziente è esente dalla malattia ed ha la fissazione visiva normale e motilità oculare 20 mesi dopo la chirurgia. CONCLUSIONE: Il hemangioendothelioma epitelioide, una malignità vascolare dell'origine endothelial delle cellule, coinvolge molto raramente l'orbita. Questo caso è notevole per il relativi sviluppo iniziale, crescita rapida, origine ossuta ed istologia epitelioide. ( info)

107/526. sindrome epidermica sistematizzata familiare del neo.

    I nei epidermici sono in genere congeniti ma raramente familiare. Segnaliamo su una famiglia in cui 3 parenti hanno sistematizzato i nei epidermici. La persona inoltre ha prova di un hemangioma e di un hemangioendothelioma. I karyotypes periferici del fibroblasto della pelle e di anima della persona non hanno mostrato la prova del mosaicism. I nei epidermici sono stati associati con patologia nondermatologic, coinvolgente i sistemi nervosi, vascolari e scheletrici nei casi sporadici. Questo rapporto dimostra che la patologia nondermatologic può essere anche be è associata con i nei epidermici sistematizzati in una regolazione familiare. Il salto apparente delle generazioni può essere spiegato dall'eredità dominante autosomal con penetranza in diminuzione. ( info)

108/526. iperplasia endothelial papillare intravascolare nella mano di uno schermitore.

    Un caso dell'iperplasia endothelial papillare intravascolare nell'eminenza hypothenar di uno schermitore femminile di 23 anni è descritto. La diagnosi differenziale con altre simili lesioni benigne e maligne è stata fatta usando l'istopatologia e immunohistochemistry. L'istogenesi proliferative alberino-traumatica possibile è discussa. La natura benigna della massa è stata confermata dopo un follow-up triennale. ( info)

109/526. È l'amartoma mesenchymal cistico del fegato simile al hemangioendothelioma infantile ed al hemangioma cavernoso su tomografia computata dinamica?

    Il contrasto incrementale dinamico CT di un amartoma mesenchymal cistico del fegato in un ragazzo di 10 anni ha dimostrato l'aumento periferico e settale con da riempire centripeto parziale durante i sessanta minuti prossimi, non diverso di quello che si presenta in hemangioendothelioma ed in hemangioma. Le somiglianze istologiche fra queste lesioni mesenchymal possono spiegare il simile CT e le caratteristiche angiografiche di tali malformazioni. ( info)

110/526. Hemangioendothelioma della alberino-cellula ed epitelioide della milza. Rapporto di un neoplasma vascolare splenico distintivo dell'infanzia.

    Un caso di un neoplasma vascolare distintivo della milza in un ragazzo di 3 anni è descritto. Il tumore è stato caratterizzato istologicamente da un modello di crescita bifase, con le zone nodulari discrete composte di cellule rotonde e epitelioidi atipiche con i grandi nuclei e di nucleoli prominenti e di zone che mostrano una proliferazione complicata delle scanalature vascolari allineate dalle cellule prolungate dell'alberino. Gli studi di Immunohistochemical hanno mostrato la macchiatura citoplasmica delle cellule del tumore con il lectin Viii-relativo dell'antigene di fattore, di europaeus del ulex e gli anticorpi di vimentin. Le macchie per la cheratina, l'actina, il desmin, il lisozima e la proteina s-100 erano negative nelle cellule del tumore. La microscopia elettronica ha rivelato una popolazione ragionevolmente coesiva delle cellule che hanno contenuto le giunzioni mature ed acerbe delle cellule, il materiale basale della lamina e l'attività pinocytotic di superficie costante con le cellule endothelial vascolari. Il follow-up quinquennale ha indicato il paziente per essere vivo ed esente dalla malattia. Questo caso sembra rappresentare un neoplasma vascolare primario precedentemente non riferito delle caratteristiche unite rappresentazione della milza del hemangioendothelioma della alberino-cellula ed epitelioide. La lesione dovrebbe essere distinta da altre proliferazioni vascolari benigne e maligne della milza quale Kaposi' sarcoma di s, angiosarcoma ed il angioma recentemente descritto della litoraneo-cellula. ( info)
(Tradotto da inglese da Altavista Babel Fish)<- Indietro || Avanti ->


Lasciare un messaggio su 'Emangioendotelioma'


Non valuta né garantisce l'accuratezza dei contenuti di questo sito web. Fai click qui per la clausola completa di garanzia da eventuali responsabilità.