Riportati casi "Malattia Cronica"
(Tradotto da inglese da Altavista Babel Fish)

Filtrare per parole chiave:



Recupero documenti. Attendere prego...

1/7724. malattia celiaca latente. Esperienza personale.

    La malattia celiaca latente (L.C.D.) è uno stato estremamente raro da descrivere. In questo studio abbiamo analizzato tre casi dei pazienti influenzati da L.C.D.: due di loro hanno sofferto da mellito di diabete insulina-dipendente (IDDM) ed altro da quello da paralisi cerebrale infantile e dalla gastroenterite eosinofila. Confermiamo l'esistenza di questa forma di malattia celiaca (C.D.), per mezzo di biopsia perfusiona e sollecitiamo l'importanza di una diagnosi precoce per impedire le conseguenze gravi causate da C.D. non trattato. ( info)

2/7724. infezione cronica di septicum del clostridio di una frattura tibial: un rapporto di caso.

    Una frattura trasversale aperta del metà di-pozzo della tibia di un calciatore professionista è stato infettata dal septicum del clostridium e, dopo dalla placcatura iniziale di compressione, dall'intervento chirurgico richiesto in tre ulteriori occasioni e dal vasto trattamento antibiotico prima della guarigione accaduta. L'infezione clostridiale è una complicazione riconosciuta delle fratture aperte contaminate con terreno e le tossine necrotizzantesi prodotte dal septicum del C. erano probabilmente responsabili della persistenza di questa infezione. L'infezione si è presentata in meno di 1 per cento delle nostre serie di 215 funzionamenti della placcatura di compressione delle fratture fresche del pozzo tibial. L'infezione dalla specie del clostridio è una complicazione seria delle fratture aperte. Questo paziente non ha mostrato l'infiammazione e la necrosi di diffusione, o il profondo ribaltamento sistematico, caratteristico dell'infezione clostridiale acuta, ma l'infezione locale persistente resa necessaria ha prolungato il trattamento chirurgico ed antibiotico. ( info)

3/7724. dissezione aortica in giovani pazienti con ipertensione cronica.

    Descriviamo quattro pazienti invecchiati 14 - 21 anno che hanno sviluppato la dissezione aortica acuta. In tre dei quattro pazienti, il corso era mortale, malgrado intervento medico e chirurgico aggressivo. Tutti e quattro i pazienti avévano sostenuto l'ipertensione sistematica relativa ad insufficienza renale cronica. I pazienti non hanno avuti altri fattori di rischio identificabili per la dissezione aortica, compreso la malattia cardiovascolare congenita, l'aterosclerosi avanzata, il vasculitis, il trauma, la gravidanza, o la storia di famiglia della dissezione aortica. Anche se la dissezione aortica è rara durante i più giovani di 40 anni degli individui, i giovani pazienti con ipertensione sistematica continua sono al rischio aumentato per questo stato grave e spesso mortale. I medici devono essere informati di questa complicazione rara di ipertensione e considerare la dissezione aortica nella diagnosi differenziale della cassa insolita, addominale ed il dolore alla schiena in bambini ipertesi, in adolescenti ed in giovani adulti. ( info)

4/7724. Neuropatia axonal del motore cronico: prova patologica di polyradiculoneuropathy infiammatorio.

    I neuropathies immuni ed infiammatori cronici del motore possono assomigliare alla malattia del neurone di motore e la distinzione può essere particolarmente difficile se il blocchetto di conduzione o gli anticorpi GM1 è assenti. La patologia di questo tipo axonal di neuropatia cronica del motore non è stata caratterizzata tranne in alcuni casi connessi con il paraproteinemia. Descriviamo i risultati clinici, elettrofisiologici e patologici in un paziente con una neuropatia axonal del motore cronico, un'immunoelettroforesi normale e nessun anticorpi GM1. All'analisi il midollo spinale era normale con l'eccezione dei neuroni di motore chromatolytic. Tutte le radici ventrali notevolmente sono state assottigliate. Di 10 nervi misti e di numerose radici spinali provati, cinque zone indicate di infiltrazione linfocitaria perineurial e perivascolare. Ci era perdita axonal severa nelle radici del motore che non era come evidente in nervi misti ed i nervi sensoriali e le radici erano virtualmente inalterati. I nostri risultati suggeriscono che una neuropatia axonal del motore cronico senza paraproteinemia o anticorpi GM1 possa, derivare in alcuni casi da un processo infiammatorio. ( info)

5/7724. I cambiamenti in neuroni preganglionic simpatici spinali umani dopo la ferita del midollo spinale.

    Abbiamo applicato le tecniche istochimiche, immunocytochemical e morfometriche convenzionali per studiare i cambiamenti all'interno dei neuroni preganglionic simpatici spinali umani (SPNs) dopo la ferita del midollo spinale. SPNs è localizzato all'interno del nucleo intermediolateral (IML) del corno laterale al livello toracolombare del midollo spinale ed è i contributori principali a controllo cardiovascolare centrale. SPNs nei segmenti toracici differenti nel midollo spinale normale era simile nel formato del soma. SPNs nel IML inoltre è stato identificato usando il immunoreactivity all'acetiltransferasi di colina. La zona del Soma di SPNs era 400.7 15 microm2 e 409.9 /-22 microm2 ai segmenti toracici toracici (T3) e centrali superiori (T7), rispettivamente. Nel midollo spinale ottenuto da una persona che è sopravvissuto a per 2 settimane che seguono una ferita del midollo spinale a T5, abbiamo trovato una diminuzione significativa nella zona del soma dello SPNs nei segmenti sotto il luogo della ferita: la zona del soma di SPNs a T8 era 272.9 /-11 microm2. Al T1 la zona del soma era 418 /-19 microm2. Nel midollo spinale ottenuto da una persona che ha sopravvissuto a 23 anni dopo la ferita del cavo al T3, la zona del soma di SPNs sopra (T1) e sotto (T7) il luogo della ferita era simile (416.2 /-19 e 425.0 /-20 microm2 rispettivamente). I risultati dimostrano che lo SPNs nei segmenti spinali caudali al livello della lesione subisce una diminuzione significativa del loro formato 2 settimane dopo la ferita del midollo spinale con conseguente transection completo del midollo spinale. Il controllo cardiovascolare alterato dopo che la ferita del midollo spinale può essere rappresentata, in parte, dai cambiamenti descritti dello SPNs. Lo SPNs nei segmenti spinali caudali alla ferita era del formato normale nel caso ha studiato 23 anni dopo la ferita, suggerente che l'atrofia osservata a 2 settimane fosse transitoria. Più studi sono necessari da stabilire il corso preciso di tempo di questi cambiamenti morfologici nei neuroni preganglionic spinali. ( info)

6/7724. Displasia corticale con il angiodysgenesis ed infiammazione cronica nell'epilessia parziale multifocale.

    Un uomo di 25 anni con una lunga storia dell'epilessia di lobo temporale ha sviluppato i giusti grippaggi del lobo occipital e un hemianopia omonimo di destra progressivo. MRI ha mostrato l'aumento diffuso della materia bianca temporoparieto-occipital di sinistra e dell'ispessimento corticale del lobo temporale mediale di sinistra. Il lobo temporale resecato ha rivelato la displasia e il angiodysplasia corticali con i fuochi di necrosi ischemica più recente e di infiammazione cronica come spiegazione per il deterioramento clinico. ( info)

7/7724. Radiodermatitis cronico che segue cateterizzazione cardiaca: un rapporto di due casi e una breve rassegna della letteratura.

    L'angiografia cardiaca produce una di più alte esposizioni di radiazioni di tutta la procedura comunemente usata del raggio di x di sistema diagnostico. Recentemente, le lesioni indotte da radiazioni serie della pelle sono state segnalate dopo le procedure terapeutiche ripetute di interventional usando la formazione immagine fluoroscopica prolungata. Due pazienti maschii, invecchiati 62 e 71 anno, où il radiodermatitis cronico ha sviluppato un - due anni dopo che due procedure cardiache successive di cateterizzazione sono segnalate. Entrambi i pazienti avévano subito le lunghe procedure utilizzando il consiglio fluoroscopico prolungato in un numero limitato delle proiezioni. Le lesioni cutanee risultanti sono state precedute, in un caso, da un eritema acuto ed hanno preso la forma di telangiectatic pigmentato in ritardo, dura, o la piastra ulcerata nella parte posteriore della tomaia o sotto il axilla di cui il luogo ha corrisposto alla posizione del tubo del raggio di x durante la cateterizzazione cardiaca. Gli effetti secondari cutanei di esposizione di radiazioni derivano da danneggiamento diretto del tessuto irradiato ed hanno conosciuto le soglie. La diagnosi della ferita indotta da radiazioni della pelle conta essenzialmente sui risultati clinici ed istopatologici, sulla posizione delle lesioni cutanee e sull'anamnesi attenta. I cardiologi di Interventional dovrebbero essere informati di questa complicazione, perché il radiodermatitis cronico può provocare nell'ulcerazione dolorosa e resistente e finalmente il carcinoma di cellule squamous. ( info)

8/7724. sindrome cronica dello scompartimento che interessa il membro più basso: Formazione immagine di aspersione di MIBI come alternativa per fare pressione su controllo: due rapporti di caso.

    Il controllo di pressione di Intracompartmental rimane il metodo primario di diagnostica della sindrome cronica dello scompartimento. La formazione immagine di aspersione di MIBI è ampiamente - disponibile ed offre una tecnica di formazione immagine radioattiva per la diagnostica della questa circostanza. Anche se i risultati non sono identici con quelli dal controllo di pressione, MIBI può offrire una prova di selezione utile per questa circostanza. ( info)

9/7724. alopecia diffusa con il folliculitis della cellula formativa: areata diffuso cronico di alopecia o un'entità distinta?

    Una donna di 34 anni ha presentato lentamente con una storia di otto anni dell'alopecia nonscarring diffusa del progressive con perdita di densità dei capelli. Gli esemplari di biopsia del cuoio capelluto hanno mostrato che i follicoli miniaturizzati aumentati e un linfocitario a cuneo asimmetrico si infiltrano in concentrato sulla regione cellula-ricca del gambo sul punto di l'entrata dei condotti sebaceous e gonfiare-come alle regioni di follicoli multipli. Parecchie lampadine dei capelli che emergono allo scompartimento della cellula formativa inoltre inflamed, ma le lampadine dei capelli nel derma più profondo e i subcutis sono stati risparmiati. Speculo se questi risultati possono rappresentare un folliculitis della cellula formativa simile al modello di reazione precedentemente osservato nell'innesto contro la malattia ospite e nell'alopecia androgenetic. La presenza supplementare di infiammazione linfocitaria peribulbar potrebbe indicare che il paziente ha avuto una variante del areata di alopecia. La presentazione clinica lentamente di un'alopecia diffusa del progressive senza progressione al areata clinicamente riconoscibile di alopecia e dell'infiammazione linfocitaria prominente che coinvolge lo scompartimento della cellula formativa può richiamare un riesame di simili casi attualmente classificati come areata diffuso cronico di alopecia. Il concetto che i linfociti possono inibire la funzione della cellula formativa senza distruggere le cellule formative essi stessi ha bisogno della considerazione. ( info)

10/7724. lobomycosis. Rapporto dell'ottavi caso e rassegna colombiani della letteratura.

    L'ottavo caso colombiano del lobomycosis e dell'un centesimo nella letteratura del mondo è segnalato qui. Il paziente era una femmina di 38 anni che ha mostrato la massa bilobed sull'avambraccio di sinistra quale era comparso al luogo da dove una simile lesione era stata asportata precedentemente 19 anni. Aveva vissuto sempre in una zona rurale, situata nella foresta subtropicale umida. Le reazioni del tessuto al fungo come pure i tentativi inutili di coltivarlo sono descritte. Un'analisi della letteratura relativa è fatta ed i suggerimenti per i modelli dell'animale da laboratorio sono dati nel testo. ( info)
(Tradotto da inglese da Altavista Babel Fish)| Avanti ->


Lasciare un messaggio su 'Malattia Cronica'


Non valuta né garantisce l'accuratezza dei contenuti di questo sito web. Fai click qui per la clausola completa di garanzia da eventuali responsabilità.