Riportati casi "Nevralgia"
(Tradotto da inglese da Altavista Babel Fish)

Filtrare per parole chiave:



Recupero documenti. Attendere prego...

1/295. Trattamento del neuralgia postherpetic.

    OBIETTIVO: Per per esaminare le opzioni di trattamento per il neuralgia postherpetic (PHN). FONTI DI DATI: letteratura clinica selezionata dagli autori raggiunti via medline. La ricerca chiama il neuralgia, la capsaicina, gli antideprimente, gli anticonvulsivi e la lidocaina postherpetic inclusi. SELEZIONE DI STUDIO: Prove controllate relative a PHN. SINTESI DI DATI: Gli analgesici tradizionali offrono poco beneficio per il trattamento di PHN. I migliori risultati per rilievo di dolore sono venuto da capsaicina e dagli antideprimente triciclici. Gli anticonvulsivi inoltre sono stati usati, anche se il numero degli studi che valutano questo è limitato. Le terapie più dilaganti, quali stimolo del nervo ed i blocchetti di nervo elettrici transcutanei, possono essere considerate se altre terapie vengono a mancare. CONCLUSIONE: La diagnosi precoce ed il trattamento di zoster di erpete possono offrire a pazienti la migliore probabilità di impedire lo sviluppo di PHN. Tuttavia, se PHN si sviluppi, il paziente dovrebbe cercare presto il trattamento per la migliore probabilità di rilievo di dolore. ( info)

2/295. sincope cardiaca secondaria al neuralgia glossopharyngeal--trattato efficace con il carbamazepine.

    Un maschio di 64 anni con il neuralgia glossopharyngeal, l'asistolia cardiaca ed i grippaggi di grande mal è stato sollevato dei suoi attacchi da una presa di mg 400 di Carbamazepine al giorno su un periodo di quattro anni. Registrazioni simultanee di EEG-EKG prima e dopo il documento dell'acqua potabile la diagnosi. ( info)

3/295. Neuralgia erpetico acuto e neuralgia postherpetic nella testa e nel collo: risposta al gabapentin in cinque casi.

    PRIORITÀ BASSA ED obiettivi: Le presentazioni cliniche e l'amministrazione farmacologica di tre pazienti con il neuralgia erpetico acuto (AHN) e di due pazienti con il neuralgia postherpetic (PHN), limitato alla regione del collo e della testa, sono descritte. metodi: Due pazienti hanno avuti dolore nella divisione oftalmica del nervo di trigeminal, due hanno avuti dolore limitato ai dermatomes C2-C4 ed un paziente ha avuto il dolore C2 con l'irradiamento e dolore fatto riferimento alle seconde e terze divisioni del nervo di trigeminal. RISULTATI: Gabapentin, una droga di anticonvulsivo, era efficace nella cura dei questi pazienti, compreso i due casi di AHN. Tutti i pazienti hanno segnalato il rilievo di dolore completo dopo la titolazione con il gabapentin fino a 1.800 mg/d. I pazienti hanno notato una diminuzione dipendente dalla dose nel dolore quasi subito dopo dell'iniziare il gabapentin. Specificamente, la riduzione della frequenza e dell'intensità del allodynia, il dolore burning, il dolore della fucilazione ed il dolore throbbing sono stati notati. Nessun dei pazienti hanno avvertito gli effetti secondari dalla droga. CONCLUSIONI: In considerazione dei risultati in questi pazienti, gli studi accecati e controllati sono necessari determinare l'efficacia del gabapentin per il trattamento AHN e del PHN. ( info)

4/295. paralisi dolorosa del nervo oculomotore - un segno di presentazione di stenosi interna dell'arteria carotica.

    Segnaliamo un paziente di 72 anni che presenta la paralisi di sinistra parziale dolorosa acuta del nervo di IIIrd con la partecipazione pupillary. dovuto il patient' l'età di s e l'iperlipidemia delicata un'origine ischemica microangiopathic sono state presupposte dopo che una causa compressiva o infiammatoria si era esclusa da formazione immagine, da anima e dalle analisi a risonanza magnetica del liquido cerebrospinale. L'esame carotico di ultrasuono ha rilevato una stenosi di prima scelta dell'arteria carotica interna ipsilateral (AIC). In assenza di mellito di diabete, di altri fattori di rischio vascolari significativi ed indicativo leukoencephalopathy della malattia arteriosclerotica avanzata, suggeriamo un ruolo patogenetico della stenosi di AIC nella paralisi ischemica del nervo di IIIrd. La frequenza di una paralisi del nervo di IIIrd come il sintomo di presentazione in pazienti con stenosi di AIC così come la frequenza di una stenosi di AIC che è la causa in pazienti con paralisi isolata del nervo di IIIrd non è ben documentata nella letteratura. Entrambi sembrano essere rari ma possono essere sottovalutati. Sosteniamo l'esame cervicocerebral di ultrasuono di pazienti che presentano la paralisi del nervo di IIIrd senza evidente o una causa ischemica presunta. ( info)

5/295. Il neuralgia Glossopharyngeal si è riferito da una lesione di pontine.

    Il dolore parossistico sotto forma d'il neuralgia glossopharyngeal è meno frequente e più di meno pozzo capito che quello del neuralgia di trigeminal. La confusione diagnostica può presentare particolarmente quando entrambe le circostanze si presentano nell'un paziente. Segnaliamo un paziente con una storia di 20 anni del neuralgia glossopharyngeal di sinistra-parteggiato con le zone di innesco sia nel trigeminal che nelle distribuzioni dermatomal glossopharyngeal. La formazione immagine a risonanza magnetica ha rivelato un singolo segnale del hyperintense di T2-weighted nel ponte di sinistra senza l'altra anomalia. È postulato che la trasmissione ephaptic fra le fibre centrali di dolore e le fibre glossopharyngeal o del trigeminal, che entrambe entrano nel tratto spinale del trigeminal, ha provocato, rispettivamente, convenzionale e il " referred" neuralgia glossopharyngeal. ( info)

6/295. emicrania di Ophthalmoplegic e neuralgia migrainous periodico, varianti di emicrania con le manifestazioni oculari.

    Lo spettro dell'emicrania è stato descritto facendo attenzione particolarmente a due entità: emicrania di Ophthalmoplegic e Neuralgia periodico di Migrainous. Anche se abbastanza differente per molti aspetti dall'emicrania classica, dal rapporto di un fenomeno vascolare localizzato periodico che provoca l'emicrania ed i segni neurologici transitori, classifichi PMN e OPGM come varianti di emicrania. Di appoggio di questo concetto, la letteratura è stata esaminata in entrambe le entità ed alcune osservazioni sono fatte sulla validità dei rapporti più iniziali. È il author' opinione di s che Raeder' la sindrome di s dovrebbe essere riservata per i pazienti con una lesione che localizza nella zona di paratrigeminal. Ciò non esclude l'emicrania come agente eziologico ma inoltre riconosce i tumori, le infezioni e le fratture come essendo più comune. ( info)

7/295. Neuropatia ulnare dolorosa di Paraneoplastic.

    Neuropatie ulnari dolorose lle di 58 anni e bilaterali sviluppate donna insieme con piccolo carcinoma del polmone delle cellule e un alto titolo del siero dell'anticorpo anti-HU. Un dyscrasia fortuito delle cellule di plasma della fase I, con la proteina monoclonale del kappa di G dell'immunoglobulina, era inoltre presente. La valutazione di Electropysiological ha escluso una neuropatia generalizzata e la biopsia del nervo ha mostrato la profonda perdita di fibre unmyelinated myelinated e piccole, senza cambiamenti o deposito infiammatori dell'amiloide. Gli alti titoli di fare circolare l'anticorpo anti-HU possono essere associati con i sintomi che assomigliano ad un mononeuropathy paraneoplastic. ( info)

8/295. analgesia epidurale Paziente-controllata per il neuralgia postherpetic in un paziente hiv-infettato come modalità ambulatoria terapeutica.

    Un maschio hiv positivo di 43 anni si è riferito alla nostra clinica di dolore un mese dopo che il suo quarto attacco dell'infezione di zoster di erpete. Si è lamentato di tagliente intollerabile intermittente ed il dolore lancinating accompagnato dall'intorpidimento sopra la funzione interna dell'arto superiore di sinistra, ha lasciato la parete di cassa anteriore e la parte posteriore. L'esame fisico ha rivelato il allodynia sopra i dermatomes di sinistra del T2 e del T1 senza alcuna lesione cutanea evidente. Il dolore è stato trattato con il blocco epidurale permesso da un catetere epidurale di ritegno disposto via il interspace T2-3. Dopo amministrazione di 8 ml di lidocaina di 1% nelle dosi divise, il dolore completamente è stato alleviato per 4 h senza cambiamento significativo di pressione sanguigna o della frequenza cardiaca. Una pompa (Baxter api) per analgesia paziente-controllata (APC) riempita di 0.08% bupivacaine è stata collegata al catetere epidurale sul next day ed è stata programmata ad un tasso basale di 2 ml/h, dose di APC 2 ml, minuto di intervallo 15 di bloccaggio, con un limite di un'ora della dose di 8 ml. È stato incaricato di segnalare al suo stato per telefono ogni giorno della settimana. La pompa è stata riempita con la droga e la ferita dell'entrata del catetere è stata controllata e diretto ogni 3 o 4 giorni. Il catetere epidurale è stato sostituito ogni settimana. Durante il trattamento, l'intensità di dolore è stata controllata nella gamma da 10 a 0-2 sulla scala di analogo visivo. Molto è stato soddisfatto con il trattamento ed ha segnalato soltanto il leggero hypoesthesia sopra l'arto superiore di sinistra nel periodo in anticipo di trattamento. L'APC epidurale è stato interrotto dopo i 28 giorni. Non si è lamentato da allora in poi di dolore ma ha segnalato una leggera sensazione intorpidita ancora sopra il luogo della lesione per un periodo. In conclusione, il neuralgia postherpetic in un uomo hiv-infettato è stato trattato con successo con la modalità terapeutica ambulatoria di APC epidurale per i 28 giorni. ( info)

9/295. Effetto analgesico di ketamine orale nel dolore neuropatico cronico dell'origine spinale: un rapporto di caso.

    Il Ketamine è un agente anestetico iniettabile di induzione che è stato segnalato per avere attività analgesica nel dolore da vari meccanismi, ma principalmente nel dolore neuropatico nevralgico e dysesthetic. In questo caso rapporto illustriamo l'efficacia di ketamine in un paziente con dolore neuropatico derivando dal trauma di equina della coda. Fra le edizioni affrontate sono il ruolo di trattamento preparatorio con haloperidol per impedire gli effetti psychomimetic ketamine-indotti, il potenziale per pochi effetti secondari e un'esigenza delle dosi più basse quando il ketamine è amministrato oralmente e l'esigenza di ulteriore studio per quanto riguarda i parametri adatti di controllo durante la fase di titolazione. Il ketamine orale può essere efficace nel dolore neuropatico cronico refrattario di trattamento dell'origine spinale. ( info)

10/295. Risposte a stimolo mediano e tibial del nervo in pazienti con dolore neuropatico cronico.

    I campi magnetici evocati Somatosensory ed i potenziali elettrici sono stati misurati in otto pazienti con dolore neuropatico unilaterale. Dopo stimolo mediano del nervo dal lato doloroso, le ampiezze delle risposte evocate sono state aumentate 2 - 3 volte ad uno stato latente della spettrografia di massa circa 100 confrontata alle risposte del lato controlaterale e inalterato. Dopo che posteriore lo stimolo tibial del nervo un aumento è stato trovato agli stati latenti intorno spettrografia di massa 110 alla spettrografia di massa e 150. La distribuzione del cuoio capelluto del campo magnetico agli stati latenti di " abnormal" le risposte erano dipolari e le risposte potrebbero essere attribuite ad un dipolo corrente. Tre (degli otto) pazienti hanno subito lo stimolo del midollo spinale (SCS) per il loro dolore. L'aumento delle risposte evocate a stimolo del lato doloroso è diminuito dopo stimolo del midollo spinale. Dopo un lungo periodo di stimolo del midollo spinale soltanto (per esempio, un anno) où il paziente ha segnalato per essere dolore libero, questo " abnormal" le risposte più non sono state osservate. ( info)
(Tradotto da inglese da Altavista Babel Fish)| Avanti ->


Lasciare un messaggio su 'Nevralgia'


Non valuta né garantisce l'accuratezza dei contenuti di questo sito web. Fai click qui per la clausola completa di garanzia da eventuali responsabilità.