Riportati casi "Aterosclerosi"
(Tradotto da inglese da Altavista Babel Fish)

Filtrare per parole chiave:



Recupero documenti. Attendere prego...

1/35. Stenosi occulta dell'arteria carotica comune che complica ricostruzione mandibular con una falda libera fibular.

    Un'arteria carotica comune severamente stenosed insospettata che ha compromesso una falda libera per ricostruzione mandibular è descritta. A nostra conoscenza nessuno ha sostenuto la valutazione dell'albero carotico prima del trasferimento del tessuto libero. Suggeriamo che i pazienti con parecchi fattori di rischio per la malattia vascolare periferica dovrebbero avere formazione immagine del duplex di flusso di colore del sistema carotico se il trasferimento del tessuto libero stia considerando. ( info)

2/35. cistifellea transhepatic percutanea che stenting per la colecistite acalculous acuta ricorrente dopo il tentativo endoscopico guastato.

    La cistifellea endoscopica che stenting è terapia palliativa utile per colecistite acuta in pazienti ad alto rischio. Anche se l'indice di successo della cistifellea endoscopica che stenting è 79%-100%, un metodo alternativo non è stato segnalato. Siamo riuscito a impiegare un metodo per la cistifellea percutanea che stenting (PTGS) e qui descriviamo questo nuovo metodo. Un paziente con colecistite acalculous acuta ha riferito alla malattia vascolare aterosclerotica ischemica, colangite dovuto la sindrome di Lemmel e l'infarto congestivo severo ha subito PTGS attraverso il condotto cistico dalla cistifellea al papilla perfusione, perché un metodo endoscopico è venuto a mancare nel trattamento della sindrome di Lemmel. Poiché non potevamo disporre il drenaggio transpapillary endoscopico della cistifellea, il drenaggio transhepatic percutaneo della cistifellea (PTGBD) è stato effettuato e sia la colecistite che colangite è cessato. PTGS è stato effettuato come alternativa alla cistifellea endoscopica che stenting. L'accesso al condotto ed alla cistifellea cistici è stato ottenuto dall'itinerario di PTGBD, usando un guidewire (diametro 0.035-inch) e cercando il catetere (6.5 franchi) sotto controllo fluoroscopico. Un polietilene biliare della doppio-treccia di 7-Fr 12 cm stent è stato disposto. Il paziente è rimanere asintomatico per 3 mesi dopo il PTGS fino a che non morisse, di un infarto miocardico ricorrente acuto. Questa nuova disposizione di PTGS è un trattamento alternativo per la malattia sintomatica della cistifellea in pazienti con il rischio attivo aumentato quando il metodo endoscopico è infruttuoso. ( info)

3/35. Corso a lungo termine della mancanza della lipasi della lipoproteina (LPL) dovuto LPL omozigotico (Arita) in un paziente con pancreatite ricorrente, tolleranza mantenuta del glucosio ed aterosclerosi.

    CONTESTO: La mancanza della lipasi della lipoproteina (LPL) è un disordine recessivo autosomal raro causato dalla mutazione di gene di LPL ed è caratterizzata dal hyperchylomicronemia severo. I pazienti con la mancanza di LPL soffrono dalla frequente ricorrenza di pancreatite acuta, ma i meccanismi di fondo completamente non sono capiti. RAPPORTO DI CASO: Un paziente giapponese maschio da 22 anni con il hyperchylomicronemia severo è stato ammesso al nostro ospedale in 1973. Non ha avuto consanguineità e storia di famiglia di iperlipidemia. Geneticamente è stato diagnosticato come mancanza di LPL (omozigotica per LPL (Arita)) senza la massa o l'attività di LPL nel plasma di postheparin. Ha sperimentato la pancreatite acuta ricorrente 22 volte durante il nostro follow-up clinico di 31 anno, ma nessuna pseudocisti pancreatica, l'irregolarità del condotto pancreatico, o la calcificazione pancreatica anormale sono state osservate in tomografia computata. Inoltre, la sua funzione endocrina pancreatica, come valutata dalla prova di tolleranza di glucosio orale, ha conservato più di 30 anni. Anche se era un fumatore corrente, nessuna lesione aterosclerotica clinicamente significativa era stata osservata. CONCLUSIONI: Dall'osservazione a lungo termine di questo paziente, proponiamo che la mancanza di LPL non sia associata invariabilmente con l'alta mortalità e che anche con gli episodi ripetuti di pancreatite acuta, funzione pancreatica possiamo essere lenti diminuire. ( info)

4/35. ulcera aterosclerotica penetrante in dell'aorta addominale di juxtarenal e di malattia dell'arteria coronaria: riparazione ad uno stadio di emergenza con ambulatorio coronario della fuori-pompa.

    Un dolore alla schiena severo improvvisamente sviluppato della donna di 82 anni. La tomografia computata e il aortography aumentati hanno rivelato l'ulcera aterosclerotica penetrante (PAU), quello erano outpouching contrapporre-riempito localizzato nell'aorta addominale di juxtarenal e nell'ematoma interno all'interno della parete aortica. L'angiografia coronaria ha rivelato la stenosi significativa nell'arteria discendente anteriore di sinistra ed in arteria coronaria di destra. La riparazione aortica urgente è stata richiesta; quindi noi abbiamo realizzato i funzionamenti uniti dell'esclusione di arteria coronaria che innestiamo e la riparazione aortica. PAUs si presenta tipicamente in pazienti anziani con una storia di ipertensione e frequentemente è complicato da di malattia dell'arteria coronaria. Tuttavia, pochi casi sono stati segnalati nella letteratura, quali i casi che coinvolgono i funzionamenti uniti. In questo studio, segnaliamo su un riuscito caso della riparazione di emergenza che coinvolge il rimontaggio aortico addominale di juxtarenal concomitante per l'innesto di esclusione di arteria coronaria della fuori-pompa e di PAU. ( info)

5/35. Hemopericardium mortale causato tramite dissezione aortica addominale acuta retrograda: un rapporto di analisi e una considerazione morfologica.

    Un caso della dissezione aortica acuta in cui l'entrata è formata all'aorta addominale è insolito. In più, un caso di analisi di tamponatura cardiaca causato tramite la dissezione aortica addominale retrograda acuta spontanea è estremamente raro e un tal rapporto mai precedentemente è stato pubblicato a nostra conoscenza. Qui presentiamo un caso di analisi della morte inattesa improvvisa dovuto l'estensione retrograda che è provenuto dall'aorta addominale, insieme alle nostre considerazioni per quanto riguarda l'eziologia ed il corso sfavorevole della vittima. ( info)

6/35. stenosi aortica supravalvar severa nel hypercholesterolemia omozigotico familiare.

    Il hypercholesterolemia omozigotico familiare è una malattia rara con le presentazioni cliniche varie. I pazienti presentano spesso con i xanthomas cutanei, specialmente nel Achilles' tendine. Possono avere partecipazione cardiovascolare significativa, compreso di malattia dell'arteria coronaria aterosclerotico prematuro e stenosi aortica valvar e supravalvar. La terapia standard comprende la modulazione di dieta, la farmacoterapia ed il apheresis del lipido. Raramente, i pazienti richiedono l'intervento chirurgico per l'innesto di esclusione di arteria coronaria e/o il rilievo della stenosi aortica. Presentiamo il caso di un paziente con stenosi aortica supravalvar progressiva severa che infine ha richiesto la resezione chirurgica malgrado la terapia medica aggressiva. ( info)

7/35. Modellatura dell'innesto vascolare per il rimontaggio totale dell'arco aortico.

    Il rimontaggio dell'arco aortico estendere all'aorta toracica ascendente e/o discendente con un singolo innesto vascolare può causare l'annodamento della protesi. Proponiamo un manufatto per ottenere una protesi curva da diritta per il rimontaggio totale dell'arco aortico senza il rischio di annodamento. ( info)

8/35. Un caso di hypercholesterolemia familiare; secessione da LDL-apheresis dal trattamento della droga con lo statin e la resina potenti.

    La lipoproteina di densità bassa (LDL) - apheresis è un attrezzo utile per il trattamento di hypercholesterolemia familiare (FH) con di malattia dell'arteria coronaria (cad). Tuttavia, dà le difficoltà economiche, fisiche e mentali per i pazienti. Segnaliamo un caso di FH in quale il trattamento di LDL-apheresis seceded con il trattamento della droga con una resina disequestro potente della bile e di statin. Una donna di 54 anni è stata ammessa per la valutazione della lesione aterosclerotica dopo 4 anni di LDL-apheresis e 1 anno di farmaco della droga con uno statin potente, di atorvastatin e di resina, cholestimide con angiografia coronaria. Era stata diagnosticata come FH eterozigotico quando aveva 46 anni. Il farmaco orale è stato iniziato alla clinica di paziente esterno. LDL-colesterolo (C) il livello non è stato controllato con successo malgrado la gestione di uno statin, del pravastatin, di un fibrate, di un clinofibrate e del probucol alle dosi massime simultaneamente. Di conseguenza, come terapia di combinazione, il LDL-apheresis è stato introdotto nel maggio 1997. Tuttavia, il paziente si è lamentato forte delle difficoltà economiche, fisiche e mentali di LDL-apheresis ed ha chiesto la sospensione di apheresis. Di conseguenza, il LDL-apheresis è stato interrotto nel luglio 2000 ed il farmaco orale successivamente è stato cambiato ad una combinazione di atorvastatin e di cholestimide, con conseguente riuscito controllo del livello del siero LDL-C dal farmaco orale da solo. Abbiamo confrontato i risultati arteriographic coronari fra 1997 e 2001. Nessun avanzamento delle lesioni è stato osservato. Pensiamo che il forte trattamento della droga possa secede dal LDL-apheresis per il trattamento dei pazienti con FH. ( info)

9/35. Aneurysms giganti delle arterie coronarie e degli innesti della vena safena: risultati angiografici e componenti istopatologiche.

    INTRODUZIONE: I aneurysms giganti che si sviluppano in arterie coronarie natali o negli innesti della vena safena sono definiti morfologicamente come > outpouching anormalmente ampliato delle strutture vascolari; 4 cm di diametro. La posizione, la morfologia ed il contenuto dei aneurysms giganti rappresentano gli effetti cardiovascolari avversi. metodi: Due casi dei aneurysms giganti sono stati studiati completamente dai metodi cardiaci non invadenti e dilaganti e dall'istopatologia successiva. Il primo paziente ha avuto un aneurysm gigante che si è sviluppato sopra un corso di parecchi anni in un innesto della vena safena mentre il secondo paziente ha avuto un aneurysm gigante accadere all'interno di un'arteria coronaria natale. Accompagnando i risultati clinici ed angiografici sono descritti. RISULTATI: L'aterosclerosi e la trombosi erano fra i risultati istopatologici prominenti. CONCLUSIONI: L'aterosclerosi e la trombosi collegata all'interno dei aneurysms giganti provocano l'ostruzione di flusso, del embolization distale e dello sviluppo delle sindromi coronarie acute compreso dolore di cassa ischemico ricorrente, angina instabile ed infarto miocardico acuto. Le opzioni per l'amministrazione clinica dei aneurysms giganti della vena o coronari dell'innesto comprendono l'asportazione chirurgica, occlusione percutanea della bobina e schieramento stent, o metodo medico. ( info)

10/35. Segni attribuibile ad un embolo calcificante dal tronco brachiocefalico.

    PRIORITÀ BASSA E SCOPO: Il embolization calcificante del cervello è un evento raro che è solitamente secondario alla calcificazione della valvola cardiaca. Presentiamo un caso del colpo causato dal embolization di materiale calcificante dal tronco brachiocefalico, probabilmente indotto dalla radioterapia. SOMMARIO DEL CASO: Una femmina di mano destra di 56 anni sviluppata di sinistra-ha parteggiato hemiparesis, hemihypesthesia e disattenzione sensitiva. Ha avuta una storia di giusto carcinoma del seno che è stato asportato 8 anni precedentemente seguiti dalla radioterapia. Non ha avuta altra storia della nota. La tomografia computata della testa e della formazione immagine a risonanza magnetica ha confermato un embolo calcificante in arteria cerebrale centrale di destra e un infarto acuto nel territorio corrispondente. La radiografia normale della cassa, l'ecocardiografia transthoracic e transoesophageal carotica di ecografia, non sono riuscito a dimostrare la fonte di embolia calcificante. La tomografia computata del torace ha rivelato la calcificazione pesante del tronco brachiocefalico e l'origine dell'arteria carotica comune di destra. CONCLUSIONI: L'impresa della ricerca sistematica vigilante della fonte nei casi del embolization calcificante è necessaria. L'aorta ed i relativi rami principali sono possibili, tuttavia insoliti, fonti di emboli calcificanti che meritano la ricerca. ( info)
(Tradotto da inglese da Altavista Babel Fish)| Avanti ->


Lasciare un messaggio su 'aterosclerosi'


Non valuta né garantisce l'accuratezza dei contenuti di questo sito web. Fai click qui per la clausola completa di garanzia da eventuali responsabilità.