Riportati casi "zoonosi"
(Tradotto da inglese da Altavista Babel Fish)

Filtrare per parole chiave:



Recupero documenti. Attendere prego...

1/292. malattia di virus di Mayaro: la zoonosi trasmessa dalle zanzare emergente nel Sudamerica tropicale.

    Questo rapporto descrive il clinico, il laboratorio ed i risultati epidemiologici su 27 casi della malattia del virus di Mayaro (sistemi MV), una malattia virale trasmessa dalle zanzare emergente che è endemica nelle zone rurali del Sudamerica tropicale. La malattia di sistemi MV è un non fatale, febbre rompiossa-come la malattia caratterizzata da febbre, da freddi, dall'emicrania, dal dolore di occhio, dalla mialgia generalizzata, dall'artralgia, dalla diarrea, dal vomito e da un'eruzione di 3-5 days' durata. Il dolore unito severo è una caratteristica prominente di questa malattia; l'artralgia a volte persiste per i mesi e può abbastanza rendere incapace. I casi di due ospiti dagli stati uniti, che hanno sviluppato la malattia di sistemi MV durante le chiamate nel Perù orientale, sono segnalati. La malattia e la febbre rompiossa di sistemi MV sono difficili da differenziarsi clinicamente. ( info)

2/292. infezione del virus di Mokola: descrizione dei casi sudafricani recenti e una rassegna di epidemiologia del virus.

    Cinque casi del virus di Mokola, un lyssavirus relativo alla rabbia, sono descritti. I casi si sono presentati in gatti dalle regioni orientali di londra, di Pinetown e di Pietermaritzburg della sudafrica dal febbraio 1996 al febbraio 1998. Ciascuno dei gatti è stato ritenuto sospetto di essere rabbioso ed i loro cervelli sono stati presentati per la conferma del laboratorio. Quattro dei casi erano positivi, ma con la fluorescenza atipica e 1 era negativo. L'infezione del virus di Mokola è stata identificata dall'anti-lyssavirus battitura a macchina dell'anticorpo monoclonale del nucleocapsid. Come nei casi di rabbia, i segni clinici predominanti erano di comportamento insolito. L'aggressione era presente, ma soltanto durante il trattamento. Quattro dei 5 gatti erano stati vaccinati per la rabbia, che è costante con altri studi che indicano che la vaccinazione di rabbia non sembra proteggere dal virus di Mokola. Poiché Mokola può essere confuso con la rabbia, l'incidenza del virus di Mokola può essere più comune in Africa che attualmente è segnalato. Poichè le infezioni umane possono essere mortali, l'emersione di questo virus è una minaccia potenziale contro sanità pubblica. ( info)

3/292. Avvenimento della dermatomicosi (tricofitosi) dovuto il verrucosum del trichophyton nei vitelli della latteria e la relativa diffusione agli addetti animali.

    La dermatomicosi persistente (tricofitosi) causata dal verrucosum del trichophyton ha interessato 20 vitelli della latteria invecchiati fra 3 mesi e 1 anno ed alloggiati insieme. L'infezione inoltre si è sparsa a 2 addetti animali che lavorano fra i vitelli. Le lesioni cliniche principali osservate sui vitelli commoventi erano vasta alopecia e/o zone hairless spesse circoscritte della pelle che interessano la testa, collo, fianchi e membra. Le lesioni osservate hanno persistito per più di 17 settimane e la maggior parte dei vitelli non hanno reagito al trattamento d'attualità con le varie droghe antifungose durante il periodo preveduto di 9 settimane. Due addetti animali hanno sviluppato le lesioni cutanee che erano circoscritte ed itchy e ci era buona risposta al trattamento che segue l'applicazione dell'unguento antifungoso della pelle. Anche se la tricofitosi negli animali da latte nel kenia precedentemente non è stata associata con la diffusione agli esseri umani, il potenziale è evidente da questo rapporto. ( info)

4/292. infezione umana dei repens di dirofilaria in ungheria: un caso nel cavo spermatic e una rassegna della letteratura.

    Orchiectomy è stato effettuato in un uomo ungherese di 37 anni che esibisce un gonfiamento in suo testicolo di destra. L'istologia ha rivelato un nodulo allegato al cavo spermatic, consistente di un tessuto granulomatoso intorno alle sezioni di un nematode. La vite senza fine è stata identificata come repens di dirofilaria, un parassita raro in ungheria. Poichè il paziente era stato all'estero soltanto in italia in cui i casi del dirofilariosis in cani ed in esseri umani sono relativamente frequenti, è presupposto che l'infezione potrebbe acquistarsi in quel paese 5 anni più in anticipo. Ciò è il quinto caso, pubblicato finora nel mondo, di una tal localizzazione in un essere umano. I casi umani del dirofilariosis hanno segnalato in ungheria sono esaminati. ( info)

5/292. infezione di marinum del micobatterio da un carro armato di pesci tropicale. Trattamento con trimetoprim e solfametoxazole.

    Un granuloma paronychial sul pollice di sinistra, in un uomo che ha mantenuto i carri armati dei pesci tropicali, è stato seguito dai noduli cutanei sul membro superiore di sinistra e dai linfonodi teneri nel axilla di sinistra. Il marinum del micobatterio è stato isolato dalla lesione sul pollice ed anche dall'acqua del carro armato. Il cedimento delle lesioni ha seguito la gestione di trimetoprim e di solfametoxazole. ( info)

6/292. Encefalite equina orientale umana: immunohistochemistry ed ultrastruttura.

    Il cervello di un ragazzo di 7 anni che è morto dell'encefalite equina orientale (EEE) è stato esaminato secondo le tecniche immunohistochemical ed ultrastrutturali per rilevare la presenza e la distribuzione di antigene virale. Un anticorpo policlonale del mouse era più efficace per la dimostrazione della presenza di antigene precedentemente non riferita in questa malattia in esseri umani. L'antigene è stato localizzato al perikaryon ed ai dendrites dei neuroni; piccolo è stato rilevato in cellule glial. La morte delle cellule dal apoptosis era cospicua, ma soprattutto è stata identificata in cellule glial ed infiammatorie. La morte di un neurone era il più comunemente contrassegnata dal gonfiamento o l'eosinofilia citoplasmica e pyknosis nucleare. Un disassociation fra il grado di infiammazione e la presenza di antigene è stato notato, particolarmente in corteccia cerebrale e midollo spinale, presumibilmente dove le cellule infettate già erano state rimosse. Ultrastrutturalmente, le particelle virali mature rare sono state vedute negli spazi extracellulari. ( info)

7/292. meningoencefalite causata da un paramixovirus novello: un rapporto avanzato di caso di MRI in una malattia emergente.

    Undici operai del macello a singapore sono stati infettati nel marzo 1999 da uno scoppio causato dal virus di Nipah. Ciò recentemente scoperta, Hendra-come il paramixovirus causa l'infezione acuta dello SNC. Presentiamo i risultati a risonanza magnetica a risonanza magnetica di formazione immagine (MRI) e di spettroscopia del protone (SIG.RA) in un paziente che soffre dalla meningoencefalite acuta. Le piccole lesioni multiple della materia bianca sono state rilevate su formazione immagine diffusione-appesantita (DWI) e sulle immagini di T2-weighted. Non ci erano le anomalie rilevate sulla sig.ra. Crediamo questo per essere i primi risultati segnalati di MRI in questa malattia virale zoonotica novella. ( info)

8/292. salmonellosi Rettile-collegata--condizioni selezionate, 1996-1998.

    Durante il 1996-1998, il CDC ha ricevuto i rapporti da circa 16 reparti di salute della condizione delle infezioni delle salmonelle in persone che hanno avute contatto diretto o indiretto con i rettili (cioè, lucertole, serpenti, o tartarughe). L'infezione delle salmonelle può provocare la malattia dilagante compreso sepsis e la meningite, specialmente in infanti. Malgrado gli sforzi educativi, alcuni proprietari del rettile rimangono ignari che i rettili dispongono loro ed i loro bambini al rischio per la salmonellosi. Questo rapporto ricapitola le informazioni cliniche ed epidemiologiche in quattro casi e fornisce informazioni sulle regolazioni di condizione per impedire la trasmissione delle speci delle salmonelle i rettili agli esseri umani. ( info)

9/292. febbre del castoro--una causa rara dell'artrite reattiva.

    L'infezione di lamblia di giardia è associata raramente con l'artrite reattiva adulta. Segnaliamo il primo caso nordamericano ed esaminiamo la letteratura pediatrica ed adulta fin qui. Il trattamento antimicrobico è essenziale per sradicare il parassita e per controllare l'artrite. ( info)

10/292. Prova della trasmissione zoonotica dei neoformans del criptococco da un cockatoo dell'animale domestico ad un paziente immunocompromised.

    PRIORITÀ BASSA: Anche se la dermatosi da criptococco è stata associata con gli uccelli per quasi 50 anni, le fonti di punto per l'infezione non sono state identificate. OBIETTIVO: Per per documentare trasmissione zoonotica dei neoformans del criptococco. DISEGNO: Rapporto di caso. REGOLAZIONE: Una casa a boston, massachusetts. PAZIENTE: Una donna di 72 anni che ha ricevuto una diagnosi della meningite criptococcica nel novembre 1998. Il paziente, che stava prendendo le droghe del immunosoppressore dal subire il trapianto renale in 1989, ha posseduto un cockatoo dell'animale domestico. MISURE: I neoformans del criptococco sono stati isolati dai feces del cockatoo. Gli isolati dagli escrementi e dal paziente sono stati confrontati usando i profili biochimici, i modelli obbligatori dell'anticorpo monoclonale, l'analisi di polimorfismo di lunghezza del frammento di limitazione e karyotyping. RISULTATI: Gli isolati dal paziente e dal cockatoo hanno avuti profili biochimici identici, gli stessi modelli di immunofluorescenza dell'anticorpo monoclonale ed i modelli indistinguibili sulla limitazione spezzettano l'analisi di polimorfismo di lunghezza e karyotyping. CONCLUSIONI: Gli isolati indistinguibili del cockatoo e del paziente suggeriscono forte che il patient' l'infezione di s è derivato dall'esposizione agli escrementi aerosolized del cockatoo. Anche se l'incidenza dell'infezione criptococcica dovuto tale esposizione è sconosciuta, può essere prudente da raccomandare i pazienti immunocompromised di evitare gli uccelli dell'animale domestico e gli escrementi aviari. ( info)
(Tradotto da inglese da Altavista Babel Fish)| Avanti ->


Lasciare un messaggio su 'zoonosi'


Non valuta né garantisce l'accuratezza dei contenuti di questo sito web. Fai click qui per la clausola completa di garanzia da eventuali responsabilità.