FAQ - Gastrite
(Powered by Yahoo! Answers)

gastrite!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!?


vorrei sapere di + sulla gastrite ipertrofica emorraggica del fondo gastrite antrale
----------

Gastroenterologia

GASTRITI

Termine che definisce qualsiasi fatto flogistico a carico dello stomaco; si fa un abuso di tale definizione e la si utilizza per spiegare disturbi quali indigestione, pirosi o bruciori di stomaco. È comunque un'indiscussa patologia clinica e anatomica che si suddivide in forme acute e forme croniche. Le gastriti acute sono infiammazioni della mucosa gastrica legate ad agenti eziologici di varia natura. Le gastriti croniche comprendono un ampio gruppo di lesioni che vanno dalla forma superficiale, alla gastriti atrofica fino all'atrofia gastrica.


Sintomi

La sintomatologia nelle gastriti acute è costituita da dolori e crampi epigastrici, nausea e vomito alimentare, poi mucoso e anche emorragico, possibile diarrea e febbre; nelle forme croniche, da nausea, vomito al mattino, anoressia, peso e gonfiore e dolenzia gastrica con eruttazioni postprandiali, lingua patinosa, pirosi. Il decorso è breve nelle forme acute, mentre nelle croniche è lungo e la guarigione spesso difficile. La cura deve essere causale, evitando i cibi irritanti, le bevande alcoliche, curando l'igiene della bocca e l'efficienza della dentatura, combattendo gli agenti infettivi ecc., e sintomatica calmando il dolore con antispastici, la pirosi con antiacidi, ecc. Se vi è stata ingestione di veleni o di sostanze caustiche occorre provocare il vomito e fare la lavanda gastrica.


Diagnosi

Per una diagnosi precisa occorre effettuare un esame endoscopico con biopsia della mucosa gastrica. Oltre alla presenza di ulcere che possono essere associate a gastrite, l'endoscopia può dare molte indicazioni sul tipo specifico di gastrite e quindi anche sul tipo di terapia da istituire. Tra le gastriti acute la varietà più significativa è la gastriti acuta erosiva o emorragica, in cui la mucosa, all'accertamento endoscopico, presenta infiammazione diffusa ed erosioni multiple, spesso sanguinanti; le cause sono varie ma le principali sono dovute a farmaci (acido acetil-salicilico, indometacina, ecc.), alcol, ustioni, shock, interventi chirurgici, presenza di gravi malattie polmonari, renali, epatiche, ecc.; il quadro clinico più significativo è costituito da ematemesi e melena che, se cospicue, possono essere responsabili di anemia acuta e shock emorragico. possono essere distinte in due gruppi: atrofiche e ipertrofiche. A loro volta le gastriti atrofiche comprendono: la gastriti atrofica del fondo e del corpo che sembra sia dovuta a una reazione autoimmunitaria il cui bersaglio è costituito dalle cellule parietali della mucosa gastrica; tale eziopatogenesi verrebbe confermata dalla familiarità e dalla frequente associazione con malattie a origine autoimmune; la gastriti atrofica pilorica piuttosto frequente, per lo più asintomatica, provocata da reflusso del contenuto duodenale nello stomaco attraverso il piloro; infatti i sali biliari provenienti dal duodeno esercitano sulla mucosa gastrica un effetto lesivo analogo a quello dell'acido acetil-salicilico e di altre sostanze; le gastriti ipertrofiche sono dovute a un aumento di numero delle cellule della mucosa gastrica e non di volume; le pliche della mucosa sono ispessite e tortuose così da far assumere alla superficie interna dello stomaco un aspetto cerebriforme; vengono descritti tre tipi di gastriti ipertrofica: la malattia di Ménétrier, la gastriti ipertrofica associata a iperplasia delle cellule parietali e principali delle ghiandole gastriche, iperplasia delle ghiandole gastriche da eccessiva secrezione gastrinica conseguente a un gastrinoma nella sindrome di Zollinger-Ellison. Vi sono poi gastriti rarissime quali la gastriti granulomatosa (che può esserre associata a sarcoidosi ed enterite regionale) e la gastriti a eosinofili (caratterizzata da un infiltrato di eosinofili soprattutto nella mucosa).


Terapia

Si inizia in genere con alcalinizzanti e con farmaci soppressori dell'acidità gastrica (ranitidina, omeprazolo) come sintomatici ed ancora prima di effettuare un esame endoscopico, specialmente se coesiste reflusso acido esofageo. Nella gastrite atrofica invece la terapia alcalinizzante non è indicata.  (+ info)

Gastrite????????????????????????


Salve ragazzi da quasi una settimana mi è successo una cosa alquanto strana,senso di nausea dopo mangiato,dolore alla bocca dello stomaco lieve e mi sento come un nodo alla gola...inizio con il dire che mangio di tutto e negli orari più sballati,e faccio una vita strana,nel senso che x causa del lavoro vado a dormire tardi la notte...Ps:molto frequentemente ho bruciore di stomaco...me lo ero scordato...
Secondo voi sono sintomi associati ad una gastrite? 10 punti al migliore...
----------

dati i sintomi che descrivi come dolore lieve allo stomaco, la sensazione di nodo alla gola e la nausea, si può desumere che più che una gastrite tu abbia una sindrome da reflusso gastroesofageo.
è un disturbo molto fastidioso e abbastanza frequente nella società odierna, causato, fondamentalmente, da una risalita involontaria dei succhi gastrici lungo l'esofago, che, sprovvisto delle barriere protettive dello stomaco, finisce per irritarsi.
se per il lavoro vai a dormire tardi non è un problema, l'importante è ke ci sia una certa regolarità (se per lavoro vai a dormire alle 4 di notte va bene basta ke sia sempre così).
l'alimentazione deve subire delle limitazioni: cibi ricchi di grassi come i formaggi, condimenti piccanti, aglio e cipolla, cioccolato, caffè, menta, banana, alcol e bevande gassate sono da evitare il più possibile perché rallentano lo svuotamento dello stomaco aumentando la secrezione di acidi. mangiare POCO ma spesso, masticando molto lentamente, e non stenderti subito dopo aver mangiato, perché la posizione orizzontale, favorisce lo spostamento dei liquidi nell'esofago. fare un pò di movimento aiuta la digestione, una semplice passeggiata è più che sufficiente.
se questo disturbo nonostante tutto continuasse, sarebbe bene rivolgersi ad un medico perché ti prescriva un farmaco inibitore della secrezione di acidi come il peptazol, che sono compresse gastroresistenti.

auguri di pronta guarigione  (+ info)

Ma con la Gastrite posso prendere comunque la Pillola Anticoncezionale?


E' quasi un mese che ho problemi di stomaco e a giorni mi sottoporrò ad un esame per vedere se ho un battereo. Se non è quello, il medico mi darà una cura per la Gastrite. Durante questa cura posso comunque prendere la Pillola (NOVYNETTE) o ci sono problemi? Influisce, che so, a livello gastro-intestinale o roba simile?
----------

Guarda, non so di preciso però so che mia mamma soffriva di gastrite e prendeva la pillola tranquillamente...era un altro il nome comunque sempre pillola era...in bocca al lupo per i tuoi problemi, spero si risolvano!  (+ info)

In quanto tempo si guarisce dalla gastrite cronica con reflusso di bile?


Dopo un mese di problemi digestivi (eruttazioni, lingua patinata, digestione molto lenta, poca fame e nausea sporadica mattutina) ho fatto la mia prima gastro in cui è risultato che soffro di gastrite cronica con reflusso duodeno-gastrico di bile.
Il gastroenterolo mi ha spiegato che ciò è dovuto al fatto che non ho più la colecisti (l'ho tolta qualche mese fa perchè piena di calcoli...), ma ora sono in ansia perchè non ce la faccio più a stare male.....Eppure dopo l'operazione sono stata benissimo....Qualcuno di voi ha la mia stessa gastrite?
Ho provato a fare una cura con lansox per 3 sett, ma non mi ha risolto nulla anzi dopo un pò mi ha fatto aumentare la nausea e mi ha rallenato ancora di più la digestione....Cmq il medico mi ha detto di prendee solo il peridon 3 volte al giorno e al bisogno il gaviscon o il lansox.
----------

La guarigine sara abbastanza lunga poiche innanzitutto bisognera trovare il modo di bloccare il reflusso di bile in sede gastrica e poi bisognera aspettare i tempi "fisiologici" affinche lo stomaco possa ritornae come prima.

Non ti si puo fare una prognosi via web poiche i tempi sono specfici per ogni paziente e variano in base alla capacita (e possibilita) dei tuoi medici di arrestare o diminuire il reflusso biliogastrico!!  (+ info)

è possibile che sia la gastrite nervosa a provocarmi sensazioni di bruciore al petto?


si certo,è il reflusso gastroesofageo,a me viene anche mal di gola figurati  (+ info)

In che modo un malato di gastrite può riuscire a dormire bene di notte?


ormai è un incubo.
Stanotte ho dormito dal mio compagno e purtroppo non ho chiuso occhio, sono stata sveglia tutto il tempo con una forte acidità di stomaco e dolori (avevo mangiato del riso al sugo e un piccolo pezzetto di mela verde, ho sbagliato?)
Quando sono a casa mia riesco a gestirla meglio, ma in genere quali conisgli potreste darmi per riposare bene?
La notte è un incubo.
----------

Prova con una compressa di maalox cpr masticabili, sciolta in bocca, se non hai buoni risultati devi passare all'omeprazolo, farmaco "tranquillo" ma dev'essere prescritto dal medico.  (+ info)

Che faccio se i miei scoprono che mi stà rivenendo la gastrite per lo stress?


Tra la scuola, i problemi con il mio ragazzo e i miei amici che dicono che li trascuro perchè stò troppo con il mio ragazzo e altre ansietà varie non ce la faccio più....sento che mi stà rivenendo la gastrite per colpa dello stress come è successo 2 anni fa!!Che faccio???????????????????????????
p.s. ho 16 anni!
e non mi sono spiegata bene il problema non è che lo scoprano i miei il problema è che poi loro vogliono sapere xkè sn stressata e poi mi stressano ancora di +!e in generale si preoccupano troppo qnd non mi sento bene e mi stressa perchè mi stanno addosso e non mi fanno respirare!!!:(
----------

Bè sarebbe una cosa davvero buona se lo scoprissero, poichè se non lo sai una gastrite mal curata o ricorrente, se non presa in tempo, può portare ad un ulcera che in molti casi può essere perforante.

ULCERA PERFORANTE=EMORRAGIE
EMORRAGIE=GROSSE PERDITE DI SANGUE VOMITATO OPPURE EVAQUATO PER VIA RETTALE

problemi vari di sideremia, ferro basso, stanchezza... ne vale la pena ridursi a tanto? perchè stressarti!

Il tuo ragazzo se ti da problemi e non lo reggi più, faglielo capire o mollalo!

La scuola ti stressa è vero, ma è appena cominciata, prendila con calma!

I tuoi amici, che non rompessero le palle! La vita è tua e decidi tu con chi e come passare il tuo tempo!  (+ info)

Dato il mio problema di gastrite mi potete indicare dove mangiare semplice a Parigi?


più che mangiare semplice a parigi posso aiutarti con una buona nutrizione per il problema gastrite [email protected]  (+ info)

La tachicardia può essere collegata a problemi di gastrite?


Io sn una ragazza di 16 anni e molto spesso mi capita che mi batte forte il cuore, ma in particolare in due periodi della giornata: la notte, mi sveglio di colpo perchè mi sento il cuore in gola; il giorno, appena svegliata mi succede la stessa cosa. Ma può essere perchè ho la gastrite??? Sapreste dirmi cos'è?! Soffro già di problemi di cuore???
P.S. oltre a svegliarmi con questo disturbo, sn anche molto sudata, ma credo che sia per il caldo. non lo so.
----------

CIAO, SONO UNA CARDIOLOGA.
Il tuo problema non può essere legato alla gastrite.
Probabilmente si tratta di una tachicardia-aritmia.
Alla tua età è molto probabile che sia una tachicardia atriale da seno coronarico o una tachicardia di tipo Coumel.
Vai dal cardiologo e fai codesti esami:
ECG
Ecografia cardiaca
Ecocolordoppler grafia cardiaca
Holter 24 ore,
Se gli esami senaleranno una medio-forte aritmia verrai sottoposta ad un'intervento di ablazione transcatetere.
CIAO CIAO  (+ info)

Dato che ho un attacco di gastrite, cosa potrei mangiare stasera?


Non sono un medico e quindi ti rispondo con mille cautele dato che potrei dirti delle cavolate. Mi sembra che la gastrite, che prima veniva considerata una malattia psicosomatica, oggi sia stata individuata come dovuta ad un batterio ( il Bacterium Pilori appunto, se non sbaglio ) e che esista una cura abbastanza semplice a base di pastiglie per debellarla definitivamente e in poco tempo. Ma solo il tuo medico ti può conisgliare in merito.
Quando ero una ragazza, parecchi anni fa, ho sofferto anch'io per lungo tempo di gastrite e, secondo la prassi del tempo, ho dovuto limitarmi a mangiare in bianco, praticamente niente sughi, niente alcool, smettere di fumare, latte e latticini non fermentati ed altre schifezze del genere.
Ad un certo punto mi sono incaz...zata e mi sono detto: se mi deve venire l'ulcera e mi devo operare, ok, ma così non voglio continuare!! ed ho ricominciato a mangiare delle belle pastasciutte con sughi tra i più proibiti, salumi, vino, birra, superalcoolici, caffè, a fumare per benino, cioè a godermi la vita. Puoi anche non credermi, ma nel giro di poche settimane io non ho più avuto problemi di gastrite!!!!!!!!  (+ info)

1  2  3  4  5  

Lasciare un messaggio su 'Gastrite'


Non valuta né garantisce l'accuratezza dei contenuti di questo sito web. Fai click qui per la clausola completa di garanzia da eventuali responsabilità.