FAQ - Malaria Cerebrale
(Powered by Yahoo! Answers)

Dopo quanto tempo si può assumere alcool in seguito a una commozione cerebrale?


non baso la mia vita sull'alcol ma a volte a qualche cena speciale un paio di bicchieri di vino vanno sempre..
----------

NN ASSUMERE ALCOOL CHE è MEGLIO  (+ info)

Cosa ci influenza di più a livello cerebrale il piacere o la sofferenza ?


Si in maniera diversa è ovvio ma anche il piacere ci può portare alla dipendenza giusto ?
----------

sai dipende..il confine celebrale tra il piacere e la sofferenza è per me così labile che mi pongo il tuo stesso problema!!!
ELISA  (+ info)

Cosa sarebbe in grado di fare l'uomo se utilizzasse al 100% la sua capacità cerebrale?


Visto che è stato dimostrato che l'uomo non utilizza più del 15-20 % della sua capaciyà cerebrale.. Sono stati condotti degli studi per conoscere cosa l'uomo sarebbe in grado di fare usando il 100% del suo cervello? Cosa saremmo in grado di fare?
----------

unitevi alla campagna anti-criceti, aggiungete Criceti al rogo!!! dopo ogni domanda o risposta

Criceti al rogo!!!

omino del cesso, unisciti anke tu, dai ke 6 del sud...  (+ info)

Un aneurisma cerebrale si può diagnosticare mediante risonanza magnetica senza mdc?


Ho spesso mal di testa quando faccio una corsa o uno sforzo specialmente in palestra. Il medico tempo fa mi ha fatto fare una risonanza magnetica per sindrome vertiginosa, ma adesso mi è comparso anche questo strano mal di testa, che dopo 15' a riposo passa.
Che può essere?
Un tumore lo si visiona anche con una semplice RM.
----------

si l'aneurisma è visibile sia con TAC che con RM entrambe senza constrato. Pero normalmente per poter scrivere una diagnosi radiologica certa e sicura, l'indagine TAC va completata con contrasto.

La RM invece permette grazie ad alcune "sequenze", di poter visualizzare bene l'eventuale aneurisma anche senza contrasto (tecniche Phase Contrast e BlackBlood).

La presenza di un aneurisma procura un dolore nucale tipico, Se il sospetto diagnostico è di aneurisma l'esame da eseguire è per la precisione una angio-RM encefalo.
Consulta un neurochirurgo che saprà ben consigliarti  (+ info)

Esistono ai giorni nostri cure per la malaria e la tubercolosi?


In Europa siamo attrezzati con le cure in modo che una persona infetta possa guarire e non andare incontro alla morte?
E'stato scoperto un vaccino o qualcosa di simile?
E nei Paesi in via di sviluppo?
In generale quali sono i vettori di queste malattie?
----------

ma certo ke esistono...cmq la malaria è causata da dei parassiti ed è + diffusa in zone tropicali...per curarla la cosa da spiegare è assai lunga..si usa il chinino ke è un ematico..xò se vuoi sapere tutti i partiicolari devi vedere su wikipedia---> se lo vuoi ecco il link http://it.wikipedia.org/wiki/Malaria (ci dovrebbe essere tutto nei dettagli...credo -.-'')
la tubercolosi invece è causata da dei microbatteri ed è infettiva...la cura x la tubercolosi prevede l'uso di antibiotci di cui non so il nome e anke qui se vuoi i dettagli ti incollo wikipedia ---> http://it.wikipedia.org/wiki/Tubercolosi
ciao ^_^  (+ info)

Sarà mica che l'assenzio in america è illegale perchè curava la malaria ?


.

L'absinthe, in italiano assenzio, fà parte delle mode che caratterizzarono la fine dell'Ottocento; già noto dal medioevo, la diffusione era iniziata verso il 1830 quando iniziò il trionfante ritorno in patria delle truppe francesi che avevano conquistato l'Algeria. Si vociferava che l'assenzio diluito in acqua, li aveva preservati dal tifo, dal colera, dalla dissenteria e perfino dalla malaria. In Francia la strana bevanda dall'amaro gusto di anice diventò rapidamente una moda, quasi un rito sociale....




Estratto di assenzio:
la bevanda «maledetta»
contro la malaria


L`artemisina, una sostanza estratta dall`assenzio, avrebbe importanti proprietà curative nei confronti della malaria. Gli effetti curativi dell`essenza sono stati messi in evidenza all`Artemisinin Enterprise Conference 2008, durante la quale è stato anche presentato un progetto di utilizzo dell`essenza per la cura sistematica della malattia.

Baudelaire lo amava, Van Gogh lo beveva regolarmente, Degas gli ha addirittura dedicato un dipinto: l`assenzio, con tutti gli effetti a cui dava vita, era la bevanda preferita dagli artisti ottocenteschi. E adesso potrebbe diventare anche un alleato nella lotta alla malaria.

Nel 2006 sono stati registrati tra i 189 e i 327 milioni di casi di malaria, con oltre 880 mila morti, in gran parte bambini dell`Africa sub-sahariana. Questi dati indicano come il problema sia ancora vivo, e come sia necessario sperimentare nuove tecnologie per debellare definitivamente la malattia. Di fronte alla crescente resistenza dei parassiti ai farmaci anti-malaria adesso gli esperti confidano sulla combinazione della terapia con l`artemisina.

Alcuni esperimenti condotti sui topi hanno dimostrato che l`utilizzo di una sola dose di farmaci sperimentali con caratteristiche simili all`artemisina è stata in grado di sconfiggere la malaria in pochissimo tempo. Per quanto riguarda l`uomo, gli esperti hanno previsto che la sperimentazione potrà avere inizio tra febbraio e marzo 2009, mentre a partire dal 2011- 2012 i farmaci potrebbero già entrare in commercio.

“Il nostro obiettivo – afferma Philippe Desjeux dell`Insitute for One World Health - è quello di integrare le fonti naturali esistenti di artemisina con farmaci sintetici contenenti lo stesso principio, in modo contribuire a ridurne il prezzo e renderla più accessibile anche agli abitanti dei paesi poveri colpiti dalla malaria".

.
----------

Ciao, non sono ne medico ne esperto, ma vivo in Africa e quando prendo la malaria io uso l'artemisina. Il medicinale si chiama artefan e sinceramente non ha tutti gli effetti collaterali del chinico, il problema sono anche i costi di questi farmaci. Un trattamento con il chinino è quasi accessibile a tutti, mi sembra che in tutto la cura di 7 giorni costa sui 50 centesimi mentre questo medicinale costa sui 6/7 euro decisamente non accessibile alla maggioranza della popolazione. Mi sembre che c'è un sito, forse lo conosci già, stop alla malaria, là forse trovi qualcosa in più.  (+ info)

è possibile sia prevenire che ridurre i danni conseguenti a infezione batterica cerebrale?


Riguardo per esempio alla meningite, è vero che esistono antibiotici efficaci che possono sia prevenire che ridurre i danni che ne conseguono? Ho trovato solo alcune informazioni sulla penicillina che eliminerebbe i microrganismi ma non farebbero regredire il danno cerebrale causato dall' infezione.
mi serve quest'informazione perchè lo sto studiando e ho due libri che dicono uno l'opposto dell'altro
----------

Prima di tutto la meningite puo' essere sia virale (Haemophilus influenzae tipo b) che batterica e nel primo caso gli antibiotici sono inefficaci. La piu' pericolosa e' comunque quella batterica, causata dal meingococco (Neisseria meningitidis) o dallo pneumococco (Streptococcus pneumoniae).
Per la prevenzione esistono vaccini specifici ma vengono utilizzati solo in caso di sospetta epidemia a causa del loro elevato costo e della bassa endemicita' della malattia.
Incaso di sospetta infezione, viene iniziata immediatamente una terapia antibiotica molto aggressiva, di solito utilizzando un mix di farmaci differenti e una terapia preventiva dei parenti dell'ammalato.
Purtroppo i danni possono presentarsi anche quando la malattia viene superata, questo a causa dell'estrema rapidita' nella progressione della meningite. Ad oggi la medicina non ha mezzi per riparare danni al tessuto nervoso, in particolare quando riguardano il cervello .

Spero di essre stati esauriente,

Andre  (+ info)

Può mio padre prendere l'aereo dopo un aneurisma cerebrale?


Scusate volevo sapere se mio padre, che ha avuto un aneurisma cerebrale nel 2000, fortunatamente senza conseguenze a parte il grande spavento (ed apparte un leggero mal di testa ogni 2 mesi a scadenza ben precise) può volare in aereo dall'Italia sino all'America. Ho trovato notizie discordanti su internet ed in linea generale credo che sia meglio di no, però si sa un parere altrui fa sempre comodo. Grazie mille a chiunque mi risponda!!
----------

ti conviene consultare il dottore ogni caso fa capo a se per cui bisogna vedere le patologie che ha avuto e le possibili complicanze che può andare incontro, insomma ci son tante cose da valutare che non possono essere espresse non sapendo la sua anamnesi ok ciao  (+ info)

Che zone in Centro America sono a rischio malaria?


Ciao, sto programmando un viaggio di 2 mesi in Centro America, che prevede tappe in Messico, Guatemala, Belize, Honduras, Nicaragua e Costa Rica.
Qualcuno sa che zone sono effettivamente a rischio malaria, e se è consigliabile effettuare una profilassi?
----------

Sono stato tempo fa nei primi tre paesi da te indicati, e nonostante avessi con me i farmaci adatti non ho fatto alcuna prevenzione poiché era primavera, stagione secca e di basso rischio.
Il Chiapas e il Guatemala settentrionale (Peten) sono effettivamente a rischio, ma fortunatamente non é ancora stata descritta resistenza ai farmaci piú comuni e soprattutto vi si trovano solo i Plasmodi meno aggressivi, mentre il P. falciparum - l'unico veramente pericoloso - che io sappia non c'é (si trova soprattutto in Africa).
Puoi quindi informarti all'istituto di igiene della tua ASL che ti fornirá i dati necessari, e su internet trovi dati completi su diversi siti spesso raggiungibili come link dalle pagine web dei tour operator: comunque sono paesi in cui il rischio c'é, ma abbastanza limitato e senza le caratteristiche della malaria "maligna" che puó dare lesioni nervose e meningee. Non esiste ancora un vaccino, ma farmaci come la vecchia clorochina e l'atovaquone possono ancora servire proprio in quelle zone del mondo, mentre sono ormai inutili in Africa e in diversi paesi asiatici nei quali bisogna ricorrere alla Meflochina (Lariam) e al piú moderno Malarone (proguanide + atovaquone).
Ricorda poi che la zanzara anofele (femmina) punge soltanto
al tramonto e all'alba ed é attratta dai colori scuri e dai profumi: quindi abiti chiari, poca pelle scoperta, niente sostanze profumate addosso ed uso di repellenti, zanzariere quando si puó.
Buon viaggio in quei bellissimi paesi!  (+ info)

La commozione cerebrale avviene quando il nostro cervello si mette a piangere?


Si.. proprio così.. Se prendi una bella botta alla testa, il cervello piange per il dolore.. Ti consiglio d provare sai?  (+ info)

1  2  3  4  5  

Lasciare un messaggio su 'Malaria Cerebrale'


Non valuta né garantisce l'accuratezza dei contenuti di questo sito web. Fai click qui per la clausola completa di garanzia da eventuali responsabilità.