FAQ - Malattia Cronica
(Powered by Yahoo! Answers)

dunque vorrei evitare una gravidanza ma non voglio prendere la pillola perchè ho una malattia cronica ?


e già prendo medicine sinceramente non mi va di prenderene altre, per poter avere rapporti tranquilli che devo fare? non mi dite il preservativo, non sono una ragazzina e ho un rapporto fisso, volevo sapere se esistono test per vedere la fertilità oppure cerotti o qualsiasi cosa mi possa aiutare a proteggermi ma a non ingerire altri medicinali..
e scusate il test per riconoscere il periodo di fertilità costa molto? insomma ho bisogno di consigli...grazie a tutti
----------

io ti consiglierei il cerotto o l'anello..funzionano uguale alla pillola ma nn devi ingerire niente...
io uso l'anello e mi trovo + k bene...(trovi informazioni dettagliate su internet)
ma se fai una visita dal ginecologo e le poni il problema della contracezione lui saprà dirti tutto!!!!
ci sn + metodi anticoncezionale..lui saprà indicarti il + adeguato alle tue esigenze!
kiss  (+ info)

quando si ha una malattia seria cronica e progressivamente invalidante?


e' giusto che non si abbian sufficienti permessi per effettuare le visite in ospedale che richiedono un giorno intero?io sto usando le mie ferie per curarmi.ma allora dov'e' che e' un diritto la salute?
----------

Hai perfettamente ragione, io ho lo stesso tuo problema, e anche io sto usando le ferie, purtroppo dipende dal tipo di contratto che hai, in ogni modo hai ragione è una vergogna che certi contratti non prevedano permessi retribuiti dietro presentazione di giustificativo dell'ospedale/clinica!
Un saluto  (+ info)

se un ragazzo ha contratto una malattia cronica in misione può chiedere risarcimento e avvicinamento a casa?


ha un incarico operativo ed è appena stato trasferito definitivamente lontano da casa...però il trasferimento è stato deciso prima che sapessero della malattia...
----------

boh  (+ info)

una malattia cronica e dolorosa giustifica il suicidio?


quando la vita è così difficile da vivere............................che vorresti non viverla affatto, per te e per le persone accanto a te che si sacrificano per te ogni giorno vedendoti soffrire
----------

Se soffrissi veramente tanto e non ci fosse niente ad allieviare il dolore, penserei che è meglio morire, ma non so se avrei il coraggio.
Sono stata operata di cancro, e mi è andata bene, sono passati anni oramai e sto veramente bene, e ho visto persone desiderare la morte, ed altre attaccate alla vita fino all'ultimo.
Varia da molti fattori, ma se devo votare, voto per la vita.
Ciao, un abbraccio e un bacione  (+ info)

Ho una malattia cronica lavorando nel privato non posso prendere l'aspettativa come posso fare?


L' unica cosa, è metterti d' accordo con il tuo datore di lavoro.
Se non sei in buoni rapporti, rivolgiti a un sindacato.
Ciao.  (+ info)

chi mi spiega la relazione che c'è tra superossidodismutasi e malattia granulomtosa cronica?


E cosa c'è da spiegare? C'è solo da sapere..

Negli esperimenti l'inibizione della SOD porta a gravi conseguenze. Nell'uomo tale inibizione è genetica e porta a gravi malattie come la SLA nel caso siano colpiti i neuroni o la malattia granulomatosa cronica se vengano colpite cellule el sistema immunitario ecc.  (+ info)

Cosa fare quando c' e un tuo caro ammalato di una malattia cronica?


E sufficiente stargli vicino, dedicarsi totalmente a lui sia in tempo, azioni e pensiero ? O, e' meglio prendersi una sosta, una boccata d' aria, per poi ritornare con piu forze e piu pazienza e comprensione ?
Non scegliero un migliore.Siete tutti molto sensibili e gentili. Cari amici, vi ringrazio tanto ad ognuno di voi, dato che mi avete aiutato piu di quanto non immaginate.
----------

domandone.... molto particolare. direi di dosare le forze. uccidersi per un caro.... è degno di un carattere coraggioso...ma non credo che alla fine abbia sempre i suoi frutti. ma del resto la persona ne potrebbe risentire della tua lontananza...


oddio non so che dirti...davvero  (+ info)

qualcuno sa dirmi se la dermatite atopica è una malattia cronica e contagiosa?


Ho 21 anni e convivo con la "dermatite atopica" (così la chiamano i medici quando non sanno dare una vera spiegazione delle cause che la creano e quindi nemmeno una valida cura) da quando avevo 3 mesi. Così mia mamma ha cercato di curarmi le zone affettate, che allora erano le gambe e la zona del pannolino e mi ha cresciuto a latte di soia e creme idratanti. L'allergia poi si è spostata, oltre che alla gambe, anche alle braccia, intorno agli occhi e sotto i lobi delle orecchie, creando crosticine pruriginose e piccoli tagli. Sono andata da dermatologi, allergologi ecc ecc, che mi hanno fatto prove di intolleranza e allergia senza mai scoprire niente di evidente. Hanno sempre concluso che sarebbe passato tutto con lo sviluppo e l'adolescenza. Fatto sta che ancora oggi purtroppo compare questa specie di dermatite solo nelle braccia e solo d'inverno o in particolari situazioni di stress. Quindi posso concludere che per me è diventata una malattia cronica, ma assolutamente non contagiosa. Inoltre detta così sembra peggio di quello che è in realtà, nessuno è mai rimasto schifato e per di più d'inverno le braccia sono coperte e non si vedono. Forse i miei figli potranno essere più esposti perchè trasmetterò loro i miei geni, ma per il resto non è certo una malattia infettiva.  (+ info)

come si fà ad alzare il livello delle transaminasi sapendo già di avere una malattia cronica?


nelle analisi di mia madre sono risultate le transaminasi basse lei assume farmaci per tenere a bada il morbo di parkinson in più a l' osteoporosi e quindi prende farmaci anche per l'osteoporosi mi dite come si fa ad alzare il livello di transaminasipur avendo queeste patologie?
----------

è una domanda troppo specialistica x questo genere di sito  (+ info)

Un infezione può essere una malattia cronica?


Certamente. Un'infezione diventa cronica nel momento in cui l'organismo non è stato in grado (e verosimilmente non sarà in grado autonomamente) di eliminare l'agente infettivo che ne è alla base.
Possono cronicizzare tutti i tipi di infezioni (quindi causate da batteri e virus) e tutti i tipi di infestazioni (funghi, e parassiti mono o pluriellulari).
Considera l'infezione come una guerra tra due eserciti: da un lato vi è quello degli agenti infettanti, dall'altro quello delle difese immunitarie. Se prevalgono le difese immunitarie l'infezione guarisce, se prevalgono gli agenti infettanti l'infezione o porta alla morte (se fa "molti danni") o cronicizza.
Per cui è sebito evidente come una possibile causa di cronicizzazione di una infezione è da ricercarsi in difetti a livello del sistema immunitario (congeniti o acquisiti, tra questi ultimi l'AIDS).
Un altra possibile causa di cronicizzazione è la continua esposizione ad una carica infettante dell'agente patogeno... questo si osserva più spesso nelle infestazioni quali per esempio la scabbia e non nelle infezioni: se un soggetto vive in comunita dalle scarse caratteristiche igieniche (tipico degli ospizi), può essere esposto cronicamente all'acaro; tale esposizione vanifica terapia e risposta immunitaria.
In altri casi vi sono infezioni che cronicizzano per motivi da ricercare nella particolare instabilità del profilo antigenico dei patogeni che ne sono alla base; questo succede molto più frequentemente nel caso di alcuni virus che non per i batteri. Esempi tipici sono il virus dell'epatite C (che cronicizza nel 25% dei casi) e il virus dell'HIV (infezione per definizione cronica)... il sistema immunitario sarebbe in grado di eliminare questi patogeni, ma essi mutano le loro caratteristiche immunologiche così rapidamente da non lasciare il tempo all'organismo di reagire con una risposta immunitaria specifica ed efficace.
Infine un'altra causa di cronicizzazione di un'infezione può essere legata alla d
sede anatomica dove l'infezione si verifica. Ad esempio vi sono tessuti, come quello osseo, che per motivi di vascolarizzazione e per la presenza di materiale cristallino inerte sono poco raggiunti dagli elementi immunitari e anche da i farmaci... per questo chiunque abbia avuto un osteomielite sa di che razza di tragedia si tratti. Per lo stesso motivo sono molto difficili da eradicare infezioni in prossimità di elementi protesici di qualunque tipo... trattandosi di fatto di corpi estranei, è evidente che questi non posseggono un sistema immunitario ed anzi, sulle loro superfici possono annidarsi gli agenti patogeni (in genere batteri) che in questo modi si nascondono al sistema immunitario dell'ospite.
Credo di averti fatto un buon sunto delle cause che possono portare alla cronicizzazione di una infezione. Se non sono stato chiaro o comunque ti restano dei dubbi, non hai altro che da chiedere.  (+ info)

1  2  3  4  5  

Lasciare un messaggio su 'Malattia Cronica'


Non valuta né garantisce l'accuratezza dei contenuti di questo sito web. Fai click qui per la clausola completa di garanzia da eventuali responsabilità.