FAQ - Paraplegia
(Powered by Yahoo! Answers)

salve, sapete darmi info sulla paraplegia, come si manifesta e quali sono le prospettive di cura e di vita?


  (+ info)

paraplegia _ cosa succede in certi casi?


salve a tutti,
devo fare una domanda che riguarda la paraplegia. Ho bisogno di sapere se le persone che perdono l'uso delle gambe , in seguito ad un incidente/ trauma, avranno sicuramente problemi per quanto riguarda il sesso o le "evaquazioni" o se alcuni di loro possono non avere di questi problemi
----------

Dipende tutto dal livello al quale il midollo spinale è stato lesionato, bisogna sapere esattamente a quale vertebra corrisponde il danno.  (+ info)

che differenza c'è tra paraplegia tretaolegia emiplegia?


è importante mi riguarda personalmente. da quando sono nato mi hanno definito tretraplegico,per quanto mi sembra di aver compreso i tretraplegici non muovono i quattro arti e hanno difficoltà a parlare giusto? mentre i paraplegici non muovono per niente le gambe vero?invece gli emiplegici hanno avuto un danno celebrale all' emisfero destro che coinvolge la parte motoria ma non si tratta di una paralisi totale?
vi ho fatto sta domanda perché il terapista che mi segue mi ha detti che sono un emiplegico ( diagnosi contraria a quella che mi hanno rilasciato alla nascita) e mi ha detto che ho ottime possibilità di recupero possibile?
non voglio che mi facciate una diagnosi però vorrei capire dopo una breve descrizione della mia patologia quale categoria appartengo
-cammino cn le stampelle ( ma nei tratti lunghi uso la sedia)
- padronanza del linguaggio ottimo ( canto agonisticamente)
-buon controllo degli arti inferiori ( con qualche difficoltà ad usare braccio sinistro gamba sinistra.)
spero di essere stato esauriente
ho 22 anni
----------

tetraplegia = nessuno dei quattro arti funziona
paraplegia = non funzionano due arti, gli inferiori o i superiori
emiplegia = non funzionano gli arti di un lato

le cause delle tre possono essere le stesse, cambia ovviamente la parte di sistema nervoso danneggiato, che sia a livello cerebrale o spinale e quanto di esso ne risulti compromesso.

La zona del movimento forma una specie di arco sulla superficie del cervello con una rappresentazione dell'intero corpo con un rapporto controlaterale, l'emisfero destro controlla la sinistra e viceversa, ed effettivamente esistono possibilità di recupero, senza farsi illusioni di miracoli facili, ma il sistema nervoso può compensare in alcuni modi la mancanza di alcune cellule e sopperire, ovviamente diepnde dalla causa e dal tipo di lesione.

Sezione totale del midollo spinale = solo un miracolo potrebbe ripararlo e restituire l'uso delle funzioni perse

emorraggia che comprime e danneggia alcune cellule = discrete possibilità di recupero, l'ematoma i può riassorbire o il sistema nervoso può attivare nuovi percorsi per ripristinare almeno in parte le funzioni perdute.

e così via per altre situazioni.

La funzione del linguaggio non è necessariamente associata al movimento degli arti, dipende se sono coinvolti anche il glossofaringeo e altri nervi cranici o se è danneggliata l'area della fonazione a livello cerebrale. Quasi tutto può succedere.

Per concludere tu sei un Emiplegico.  (+ info)

paraplegia arti inferiori?


dopo una caduta sul lavoro mi e stata diagnosticata una paraplegia arti inferiori sono in carrozzina ,sono passati 2 mesi a qualcuno e capitato , a ripreso a camminare ho anche alvo e vescica neurologica in base a qualche esperienza qualcuno puo rispondermi grazie
----------

ciao,innanzitutto nn perdere mai la speranza,sai,ho letto di un ortopedico bresciano (troverai su google..) che sta cercando nuove tecniche...spero davvero che riuscirai a riprenderti,te lo auguri cn tutto il cuore..
Auguri..baci..  (+ info)

Contrazioni alla coscia e alla gamba in paraplegia... che fare?


Ciao ragazzi. Dunque vi spiego... ho 17 anni e da dieci mesi, a seguito di una caduta mentre facevo arrampicata libera sono rimasta paraplegica. La mia diagnosi è esattamente (la riporto come compare nella lettera di dimissione dal reparto di neurochirurgia) "paraplegia post traumatica in esiti di lussazione di L1 su L2 con frattura pluriframmentaria comminuta del corpo e dell'arco di L2, lesione del cono midollare lateralizzata a sinistra, e lesione parziale della cauda a destra".
Riesco a muovere leggermente la coscia la gamba destra e il piede destro, e ho la sensibilità su tutto l'arto inferiore destro, fino al piede compreso. Tuttavia l'arto destro non ha assolutamente la forza di sorreggermi. L'arto inferiore sinistro è invece completamente paralizzato, ed è sensibile al tatto solo per una decina di centimetri al di sotto dell'anca; più in basso è completamente "morto". Ma mentre l'arto inferiore destro, per quel poco che riesco a controllarlo, non mi da problemi, il sinistro presenta frequentemente delle contrazioni; in pratica, in maniera del tutto involontaria, capita spesso che il ginocchio si estenda da solo con forza, e lo stesso la caviglia. Mi hanno spiegato che queste contrazioni si verificano frequentemente e che devo imparare a conviverci. Oltretutto queste contrazioni mi spostano il piede dall'appoggiapiede della carrozzella procurando non pochi problemi. Hanno pensato bene di "risolvere" il problema posizionando vicino al poggiapiede sinistro un laccetto con una fibia che serve per legarmi alla carrozzella la caviglia sinistra... certo, in questo modo anche se l'arto si contrae il piede rimane al suo posto, ma mi sembra una soluzione del cavolo anche perché complica parecchio lo spostamento dalla carrozzella alla macchina e viceversa. Possibile che non ci siano altre soluzioni per mettere fine a queste maledette contrazioni??? Qualcuno per conoscenza diretta o per esperienza sa consigliarmi qualcosa?
Beh... so che a 10 mesi di distanza quello che potevo recuperare ormai l'ho recuperato. E obiettivamente è piuttosto poco, ed è evidente che passerò il resto della mia vita in carrozzella. Però oltre a questo penso sia importante comunque cercare di ottenere il meglio da quello che mi è rimasto. Per cui per quanto le "prospettive" sono quelle di una ragazza che sa che non camminerà più, penso comunque sia per me importante cercare do ottenere il meglio seppur nell'ambito abbastanza "stretto" di quello che mi rimane.
----------

Ciao Signorina,
ti posso rispondere e lo farò ben volentieri, vorrei pero' che prima mi dicessi cosa ti hanno spiegato sulla tua patologia e su quelle che tu sai essere le prospettive future. Se non lo vuoi fare in pubblico puoi farlo in privato, ho attivato la mail.  (+ info)

esperienze di guarigione di paraplegia da trauma?


Miglioramenti si possono avere specialmente se la lesione è incompleta: se c'è dell'innervazione residua degli arti, almeno si ha qualcosa su cui lavorare, cioè fare fisioterapia sino alla nausea. Anche nella migliore delle ipotesi, di guarigione vera e propria non si potrà parlare, almeno sino al perfezionamento della terapia rigenerativa con cellule staminali.
Io ho lasciato la sedia a rotelle dopo circa 8 mesi dal trauma, ma si era visto abbastanza presto che avrei avuto un potenziale di recupero. Questo recupero è avvenuto per la maggior parte nel corso dei primi anni, fino al 10. Dopo 20 anni uso sempre 1 stampella. Siccome c'è sempre tempo per scoraggiarsi, il mio consiglio è di dare il massimo subito all'inizio! Ciao  (+ info)

leggere tutti!Un piccolo aiuto per la ricerca sulle lesioni spinali!!?


mi permetto di pubblicizzare qui...se nn posso farlo eliminate la mia domanda!!
Vi chiedo un aiuto per chi ha subito una lesione midollare(in pratica chi vive in carrozzina da molti anni come il mio ragazzo futuro marito in seguito ad un incidente provocandogli appunto ad una paraplegia e per questo motivo nn potra' mai piu' camminare...ma cmq siamo sempre fiduciosi che un giorno potra' farlo):da Giorno 22 marzo al 6 Aprile avrete la possibilita' di aiutare la ricerca e soprattutto le persone come il mio compagno(vi assicuro che sono tanti)basta inviare un semplice sms(ne inviamo tanti sms per cretinate..) da tim,vodafone,wind al 48586 per donare un euro,per una volta rinunciate al caffe al bar,o ad un sms ad un vostro amico/a ecc..per aiutare la ricerca....grazie mille a nome del mio compagno!!!ciao.
volevo dire Leggete tutti!
dimenticavo di farvi vedere il sito
www.lesionispinali.org.dove potete leggere tutto quello che c'è da sapere.grazie ancora!.
http://www.lesionispinali.org/
dimenticavo di dire che nn votero' la miglior risposta,in quanto questa mia non è una domanda!!
Mi dipiace che hanno scritto in pochi...
ma spero che almeno l'sms l'avete inviato in tanti!!!!spero solo questo.grazie.
----------

Già fatto, grazie per aver sensibilizzato questa comunity; mi hanno risposto faip e wind la ringraziano.....etc!  (+ info)

Se rispondete subito PIU'PUNTI!!!?


Paraplegia: cosa provi?
come ti senti?
cosa fai?
altro
Scusate ma come le senti le gambe addormentate? APPROFONDITE per favore
----------

1)niente, perche non ti senti più le gambe
2)male nel senso psicologico
3)provi a cercare di far rifunzionare gli arti inferiori con allenamenti.  (+ info)

terrore dopo Million dollar Baby....ipocondria...come chiamarla?


generalmente quando vedo alcune brutte malattie, specie in persone giovani ne rimango impressionato o meglio scioccato.In Million dollar Baby la protagonista cade a terra, batte il collo e rimane paralizzata per sempre, neanche respira più..Ero al corrente di simili forme di paraplegia, ma credevo fosse possibile dopo un incidente in moto, o in macchina a 200 km h, per cadute dal soffitto. Pensare che una banale caduta possa ridurre un essere umano come un vegetale mi ha terrorizzato. Non oso immaginare altro...nn prendetemi per pazzo, ma ora avrò paura di giocare a pallone, andare in bicicletta, arrampicarmi su un albero...Come faccio a superare questa cosa?
----------

pensa a christopher "superman" reeve, caduto da cavallo
se avessi dovuto pensare a lui ogni volta che montavo a cavallo non sarei mai più salito in sella.

milioni di persone muoiono ogni giorno nei modi più impensabili e in quelli più classici...

potresti scivolare e battere la testa semplicemente scendendo le scale di casa...
vuoi davvero tombizzarti in una stanza sterile senza uscirne mai per il resto dei tuoi giorni?

se non riesci ad affrontare la cosa in maniera razionale, convincendoti che le tue ansie vanno affrontate una alla volta, un passo per volta e viste per quello che sono, prova a ragionare per assurdo, fare casi catastrofici, pensa a tegole dai tetti, pioggia di meteoriti, tram che deragliano, automobili che sfondano vetrate o salgono sui marciapiedi..
tutto questo potrebbe capitare a te come a chiunque altro
..ma pensandoci su ti renderai conto che le probabilità giocano a tuo favore e che alcune di queste morti, per quanto crudelmente si verifichino a volte, sono talmente assurde che non puoi stare in ansia per queste...e se puoi attraversare la strada senza essere investito, puoi anche stringere la mano a uno che ha il raffreddore, o giocare a calcio senza temere una trombosi o di cadere in un fantozziano tombino  (+ info)


Lasciare un messaggio su 'Paraplegia'


Non valuta né garantisce l'accuratezza dei contenuti di questo sito web. Fai click qui per la clausola completa di garanzia da eventuali responsabilità.