FAQ - Proteinosi Alveolare Polmonare
(Powered by Yahoo! Answers)

Che differenza c'è tra la peste polmonare e la SARS (la polmonite)?


Buonasera,
entrambe hanno un periodo di incubazione che va da 1 a 7 giorni (l'incubazione della SARS a volte dura anche qualche giorno in più)..

La SARS provoca:
febbre sui 38-39°C e che rimane alta nel tempo, brividi associati a cefalea e a tosse.
In ogni caso malessere, mialgie.
Questo nel primo periodo poi comincia ad esser interessata la funzione respiratoria quando iniziano infiltrati focali precoci, che progrediscono fino a infiltrati interstiziali più generalizzati.

La peste polmonare:
febbre associata a cefalea e astenia; in alcuni case tosse. Si può arrivare allo shock.

Entrambe hanno la tosse però quella della SARS è secca, quella invece della peste polmonare è produttiva con escreato sieroso e/o ematico.  (+ info)

la tosse, raffreddore ecc ecc diminuiscono la capacità polmonare?


oggi sono andato in piscina, ed un'esercizio di apnea (i 25 metri) non sono riuscito a farlo.....la volta scorsa ce l'avevo fatta.......possibile che sia dovuto a un raffreddore (con tanto di tosse) preso in questi giorni?
----------

Si è possibile perchè ti sei indebolito!!  (+ info)

Rinforzo di tipo bronchitico del disegno polmonare in paracardiaca bilaterale. Sfumata ipodiafania..?


.. parenchimale del lobo medio di possibile significato flogistico da rivalutare nella sua evoluzione. Non versamenti pleurici. Immagine cardiomediastinica nei limiti della norma.

Si tratta di mia madre. Ha già fatto un ciclo di antibiotici ma poiché non stava ancora bene, una settimana fà ha fatto delle lastre ai polmoni e questo ne è il referto (ma non ci capiamo molto). Verso sera ha un po' il fiato corto ma per il resto ora mi sembra che stia meglio. Fra 2 giorni deve andare al mare. Qualcuno può darmi qualche parere medico, qualche consiglio o qualche terapia, così da poterla confrontare anche con quella del suo medico curante (del quale non ho una grossa stima). Gentilissimi. Grazie 1000.
----------

ciao, il referto parla di una probabile evoluzione di un pregresso episodio di bronchite bilaterale, frequente se tua madre è o era una fumatrice, associato a un verosimile episodio di bronco-polmonite o polmonite del lobo medio in risoluzione e poiché parli di lobo medio, il processo è nel polmone di destra. La difficoltà respiratoria serale è molto probabilmente legata al catarro che si accumula durante il giorno e rende difficile il respiro quando si stende la sera. Non è un quadro grave, almeno da come descritto dalla radiografia, infatti non vi sono febbre, o altri sintomi di allarme immediato. come terapia potresti associare un mucolitico ( tipoil) oppure aerosol (clenil) per fluidificare il muco.l' ariaa di mare, essendo meno inquinata potrebbe migliorare la situazione. ovviamente a questo mio consiglio manca la fondamentale parte di anamnesi e visita, che sono insostituibili. ciao  (+ info)

credo di stare confondendo l'ansia con l'enfisema polmonare come capire se sono affetta dalla seconda?


da quale medico devo andare ?pneumologo?oppure devo fare radiografie?
----------

un buon medico generico è in grado di capire se hai l'enfisema anche senza lastra... basta ascultare i polmoni!! e poi l'ansia va e viene, l'enfisema resta e nei giovani è rarissimo (e solitamente genetico)  (+ info)

A che cosa serve la circolazione polmonare?


Domanda di 5 elementare quindi risposta semplice e breve. Grazie a tutti coloro che risponderanno
Urgentemente grazie
----------

Circolazione polmonare - Wikipedia - [ Traducir esta página ]La circolazione polmonare, o piccola circolazione, è il circuito di vasi che parte dal ventricolo destro del cuore, si capillarizza a livello degli alveoli ...
it.wikipedia.org/wiki/Circolazione_polmonare - En caché - Similares
Apparato circolatorio - Wikipedia - [ Traducir esta página ]I vertebrati terrestri hanno una circolazione doppia invece di una singola. La circolazione polmonare che mette in comunicazione il cuore con il tessuto ...
it.wikipedia.org/wiki/Apparato_circolatorio - En caché  (+ info)

posso donare il sangue , sono stata operata 18 anni fa di stenosi polmonare?


non ho alcun tipo di problema ora
----------

secondo me sì.  (+ info)

la capacità polmonare aumenta o rimane sempre?


Volevo sapree una cosa: l'allenamento mi fa aumentare la capacità polmonare o quella dipende da altri fattori ( altezza peso età); una persona allenata ha + capacità polmonare? o cosa migliora?
----------

la capacita' polmonare e' il volume dei polmoni e quelli NON aumentano con l'allenamento. Siccome madre natura ci ha fornito di polmoni dalla capienza sovradimenzionata siamo apposto. Quello che migliora con l'allenamento e' il trasporto e l'assorbimento dell'ossigeno tramite degli enzimi da parte dei tessuti, la capacita' del cuore di pompare piu' sangue e quindi c'e' piu scambio all'interno degli alveoli, i muscoli intercostali, il diaframma e la cavita' toracica.  (+ info)

vorrei sapere se ci sono farmaci all'avanguardia per la cura della fibrosi polmonare idiopatica .?


fibrosi polmonare idiopatica e' una malattia dei polmoni che non ha cure specifiche.
----------

Acetilcisteina rallenta l’evoluzione della fibrosi polmonare idiopatica

La N-acetilcisteina o NAC ( Solmucol ), comunemente utilizzata come mucolitico nella terapia delle più frequenti affezioni respiratorie, si è rivelata efficace anche nel trattamento di una grave malattia respiratoria, la fibrosi polmonare idiopatica, caratterizzata da prognosi non-favorevole, in cui è riuscita a modificare in misura significativa i parametri della funzione respiratoria, rallentandone il declino.

L’indicazione arriva dalle conclusioni dello studio clinico IFIGENIA, un trial internazionale, randomizzato, in doppio cieco contro placebo, pubblicato su The New England Journal of Medicine.
“ Le osservazioni sperimentali e i risultati degli studi clinici suggeriscono infatti che uno squilibrio fra i sistemi fisiologici antiossidanti e le sostanze ossidanti ( radicali liberi ) contribuisca in misura significativa, sia alla patogenesi della fibrosi polmonare idiopatica sia alla sua progressione. Da qui l’ipotesi che, inducendo un aumento della biosintesi di glutatione grazie alla somministrazione di N-Acetilcisteina sia possibile migliorare il decorso clinico dei pazienti affetti da questa grave malattia ” ha spiegato Juergen Behr, della Divisione di Malattie Polmonari della Ludwig-Maximilians-Universität ( LMU ) di Monaco di Baviera, uno dei principali ricercatori che ha partecipato allo studio internazionale IFIGENIA.

Lo studio clinico prevedeva la somministrazione di N-Acetilcisteina alla dose di 600 mg 3 volte al giorno o di placebo in aggiunta alla terapia standard, rappresentata da Prednisone, un cortisonico, e Azatioprina, un immunosoppressore.
Dei 155 pazienti affetti da fibrosi polmonare idiopatica ammessi allo studio clinico inclusi nello studio, 80 hanno ricevuto N-Acetilcisteuna e 75 il placebo.

“ Dopo un anno di terapia con N-Acetilcisteina, si è evidenziato che il farmaco ha indotto un beneficio significativo sui parametri polmonari che erano stati individuati quali end-point primari dello studio, ovvero la capacità vitale (CV) e la capacità di diffusione alveolo-capillare del monossido di carbonio ( Dlco ) ”, ha aggiunto Behr. “ Più precisamente, il trattamento con N-Acetilcisteina mantiene più elevata rispetto al placebo, sia la capacità vitale ( +9% ) che la capacità di diffusione alveolo-capillare del monossido di carbonio ( +24% ) ”.

I risultati dello studio IFIGENIA hanno indotto l’EMEA ad aprire la pratica internazionale per conferire a N-Acetilcisteina la qualifica di “medicinale orfano” per il trattamento della fibrosi polmonare idiopatica.
Questo conferma le potenzialità dell’utilizzo di N-Acetilcisteina nel trattamento delle più frequenti patologie polmonari caratterizzate da uno squilibrio tra i radicali ossidanti ed i sistemi fisiologici anti-ossidanti.
Recenti studi clinici indicano come la posologia della NAC sia un elemento chiave perché il farmaco svolga un’azione prevalentemente mucolitica ( a basso dosaggio ) o prevalentemente anti-ossidante ( ai dosaggi superiori )”.

L’impiego, nello studio IFIGENIA, al dosaggio 3 volte superiore a quello comunemente impiegato nella terapia mucolitica ha permesso di confermare, oltre all’efficacia, anche l’ottima tollerabilità della N-Acetilcisteina.
Nello studio non si sono osservate differenze nell’incidenza di effetti indesiderati nei confronti del placebo.
Si è invece evidenziata una minore tossicità midollare, causata dal trattamento con Azatioprina, proprio fra i pazienti trattati con N-Acetilcisteina: quindi una ulteriore conferma della proprietà citoprotettive della molecola. ( Xagena_2006 )
Le terapie in studio sono numerose:
• IFN
• pirfenidone (non è disponibile in USA e
Europa)
• N-acetilcisteina (lo studio Ifigenia, ha
mostrato un certo beneficio, quando
associata alla terapia classica)
• coumadin
• bosentan (antagonista recettore
endotelina-1)
• etanercept (antiTNF)
• captopril, losartan (razionale: inibizione
angiotensina , che è vasoattiva e
profibrotica).
Nella pratica clinica viene anche utilizzata
la colchicina, che avrebbe un’attività
antifibrosante, tuttavia anche in questo caso,
mai dimostrata chiaramente.  (+ info)

C'è QULACUNO CHE HA SUBITO UN TRAPIANTO POLMONARE?


Ciao, Volevo chiedervi qualche chiarimento in merito. Mio zio circa 3 anni fa all'età di 53 anni ha contratto questa malattia"FIBROSI POLMONARE ETOPATICA UIP; oggi dopo tre anni deve utilizzare l'ossigeno per carenze respiratorie. Mi chiede di scrivere per avere qualche delucidazione in merito al suo problema e circa il trapianto degli organi. Alcuni trà i medici contattati gli anno sconsigliato il trapianto, mentre altri lo consigliano come unica soluzione. Potete immaginare la perplessità che mio zio e noi familiari viviamo in questo momento. Se qualcuno di voi sa darci delucidazioni in merito sia alla malattia e sia alle soluzioni ve ne saremmo grati. Se trà di voi c'è qualcuno che ha risolto il problema con un trapianto saremmo felici di ascoltarlo. Grazie Mille, mio zio è disperato.
----------

no  (+ info)

xkè l'arteria polmonare si kiama arteria quando ci passa sangue venoso?


dato ke nell'arteria circolare scorre sangue arterioso, nelle vene scorre sangue venoso..come mai nell'arteria polmonare circola sangua venoso??grz^^
----------

  (+ info)

1  2  3  4  5  

Lasciare un messaggio su 'Proteinosi Alveolare Polmonare'


Non valuta né garantisce l'accuratezza dei contenuti di questo sito web. Fai click qui per la clausola completa di garanzia da eventuali responsabilità.