FAQ - adenocarcinoma mucinoso
(Powered by Yahoo! Answers)

adenocarcinoma polmonare?


ciao
un mio parente è affetto da adenocarcinoma polmonare scarsamente diffuso con metastasi. Non è operabile...sapete delle possibili cure oltre chemio,radio?
sentivo della radioabrasione, ne sapete altre?Prospettive di vita?
grazie
----------

ciao sto studiando i tumori broncopolmonari. Ho trovato un sito dove parla delle varie terapie, oltre la terapia chirurgica la radioterapia e la chemioterapia, parlava della terapia fotodinamica (un prodotto chimico viene immesso nel circolo ematico e assorbito dalle cellule sia normali che neoplasiche, le prime però lo eliminano velocemente, le seconde no. perciò puntando un laser sulle cellule che lo contengono è possibile attivare la sostanza chimica e distruggere le cellule) criochirurgia(mira a distruggere i tessuti tumorali mediante l' applicazione di temperatureestremamentee basse). Però nn diceva molto altro oltre quello che ho scritto dovresti fare altre ricerche, oppurec' erano sito e-mail e numero di telefono dell' Istituto Nazionale Per La Ricerca Sul Cancro puoi provare a contattarli. Il sito è www.sostumori.org  (+ info)

differenza adenocarcinoma - carcinoma?


è pià grave un carcinoma intestinale o un adenocarcinoma intestinale??
risposte serie x favore.. perchè a quanto ne sò io l'adenocarcinoma è la fase che precede di poko il carcinoma.. ma non ne sono sicura..
In ogni caso a mia mamma è stato diagnosticato un adenocarcinoma ma senza metastasi e senza interessamento linfonodale..(ha già fatto la tac).. Sono però molto preoccupata ugualmente..
----------

La stessa identica situazione di mio papà! Se non ci sono metastasi e i linfonodi vanno bene si risolve tutto con l'intervento chirurgico. A mio papà gli hanno messo un by-pass intestinale, ma nel giro di quindici giorni era a posto... l'unica cosa che si dovrà fare ogni tanto visite dall'oncologo per tenere tutto sotto controllo! Veramente, vai tranquilla!  (+ info)

intervento chirurgico sigma x adenocarcinoma?


cosa consiste l'intervento chirurgico?
----------

è un intervento ad una parte dell'intestino? Mia madre ha avuto un'operazione ad una parte del retto per asportargli un polipo intestinale tumorale, è stato un po' in ospedale e per una settimana ha dovuto tenere un tubo che gli entrava dal naso fino allo stomaco, una ciccatrice enorme, comunque ora tutto ok, meno male.  (+ info)

adenocarcinoma polmonare con metastasi?


Buongiorno, Circa una settimana fa, hanno riscontrato a mio suocero (60 anni) un Tumore al polmone (adenocarcinoma polmonare)con metastasi a fegato e ossa, inoltre hanno rilevato lo schiacciamento di N°3 vertebre (non sanno ancora se collegato al tumore). Attualmente è stato ricoverato in Pneumologia, ed hanno iniziato la terapia del dolore; ci hanno dato poche speranze date le metastasi e le dimensioni di circa 4/5 cm del tumore al polmone, il quale è inoperabile. La cosa che sembra strana è che sebbene abbia fatto una broncoscopia con biopsia, da cui hanno scoperto la tipologia del tumore e il suo stadio evolutivo (dovrebbe averlo da circa 6 mesi), ad oggi non sia ancora avvenuto un incontro con un Oncologo, ne tanto meno abbiano cominciato terapie. Richiedo se secondo voi ci siano speranze e/o terapie sperimentali che si possano provare per cercare di fare qualcosa. O in alternativa se qualcuno può conoscere la vita media in presenza di un tumore del genere. Ho sentito parlare di "radioablazione", la quale secondo alcuni potrebbe servire in questi casi di tumore (vedere: http://www.dica33.it/argomenti/oncologia/anticancro/cancro13.asp) , secondo voi sarebbe possibile intraprendere questa strada o altre?? Grazie...
Possibile che non si possa tentare nessuna strada....
La sua salute attualmente è ancora tutto sommato buona...

Non si potrebbe tentare con Radioterapia o simili...

E del METODO DI BELLA che tanto ha fatto discutere che ne pensate?? http://www.vittoriozocchi.it/

Ancora grazie per l'interessamento...
Dopo circa 9 giorni di ricovero presso l'ospedale Mauriziano di Torino solo oggi è avvenuto un primo contatto con un Oncologo, il quale non da speranze che vadano oltre i 2 mesi, vista l'insorgenza di febbre (37-39) causata per lo più quando sottoposto a sforzo (quando stà troppo in piedi) dal cedimento vertebrale, ed un vistoso affaticamento fisico.
L'oncologo dice che inizierà 2 sedute di chemioterapia ma non parla di radioterapia ne di vertebroplastica.

Sambra assurdo ma inoltre dice che se volessimo lo potrebbe dimettere ed in tal caso la cura chemioterapica la potremo cominciare dopo il 2 di gennaio 09 perchè prima non c'è posto.

Tenendo conto inoltre che gli oncologi del Mauriziano di Torino sono gli stessi che operano al centro Tumori di Candiolo (penso il più avanzato).

Possibile che non ci sia assolutamente nulla che si possa provare oltre all'eutanasia che tutti i medici sembrano indirizzare??

Mi sembra assurdo...

Ringrazio per la solerte disponibilità...
Purtoppo per mio suocero non c'è più nulla da fare... Infatti dopo avere smobilitato ospedali ed oncologi di mezza italia la risposta è stata la stessa da parte di tutti "ormai è tardi per qualsiasi cosa...", le metastasi sono oramai ovunque ed hanno compromesso irrimediabilmente il fegato, l'unica cosa che possono fare è ridurre il più possibile il dolore, ma comunque tutti non gli hanno dato più di 2/3 settimane di vita, è troppo veloce... Secondo i medici il tumore si è sviluppato in circa 6 mesi ed ha creato metastasi solo dopo 5 mesi andando ad aggredire organi vitali (fegato, ossa, pancreas, etc.),se preso in tempo nella fascia iniziale tra il primo ed il terzo mese poteva essere operato mediante l'asportazione di un lobo polmonare dandogli non poche speranze di vita, ma purtroppo quando comincia a generare metastasi la medicina non può intervenire....

Purtroppo stiamo contando i secondi...

Grazie a tutti per le vostre risposte...
----------

Caro Andrea, il tumore al polmone, purtroppo è definito "asintomatico", in quanto i suoi effetti si fanno "sentire" solo quando lo stadio è avanzato.
Ho vissuto la tua stessa esperienza, ed ho capito che la terapia del dolore (la morfina) non ha purtroppo un buon significato.
I viaggi della speranza sono un tuo diritto , ma credo che far intraprendere un tale viaggio ad una persona con un tumore come questo, ( caratteristica che avrai notato è sicuramente la cosiddetta "fatigue", cioè quel senso di totale stanchezza che colpisce le persone affette dal carcinoma ), sia una ( penso ) inutile sofferenza.
la sopravvivenza varia, ma generalmente ( visto che il male è anche in metastasi ), non dovrebbe, nella migliore delle ipotesi, superare l' anno.
la situazione che stai vivendo è sicuramente difficile, ma capirai da solo che in certe situazioni, la morte è una liberazione, per tutti.

Ti abbraccio  (+ info)

adenocarcinoma gastrico... aiuto!?


ciao a tutti, ho scritto qlk tempo fa x chiedere informazioni su questa tipologia di tumore.
Mia madre [stata operata allo stomaco meno di un mese fa, interento riuscito... le hanno asportato parte dello stomaco... ha gia perso 20 kg e sta continuando a calare di peso... oggi arriva la cartella clinica e... sapevamo che doveva fare la chemio a titolo precauzinale....
la cartella clinica dice
stomaco
adenocarcinoma gastrico moderatamente e poco differenziato, ulcerato, infiltrante la tonaca muscolare ed inizialmente la sottosierosa.
margini di resezione chirurgica liberi da neoplasia. Metastasi anche con embolizzazione linfatica in 4 dei 7 linfonodi isolati.
Stadio pt2b n1 mx
linfonodo arteria gastrica sn
metastasi da adenocarcinoma nel linfonodo inviato
colecisti
colecistite cronica
cosa vuol dire_ con una chemio di 6 mesi si supera o no
aiutatemi vi prego
----------

Ciao Giò, ti ho risposto l' altra volta e ti rispondo anche adesso. Io sono stata operata in gennaio 2008, a me lo stomaco l' hanno asportato completamente assieme alla cistifellea e ai linfonodi all' ilo del fegato. Ho perso trà i 18-20 kg, sono arrivata a pesare kg 43 xm1,61, mi facevano la terapia di supporto per poter affrontare la chemioterapia, anch'io ho fatto 6 cicli e spero di essere guarita. Ovviamente questo tipo di tumore cambia la vita e si stà sempre sotto controllo, ma si và avanti.
Tantissimi auguri.  (+ info)

ADENOCARCINOMA POLMONARE CON METASTASI?


Scrivio a questo forum per richiedere se qualcuno aveva mai sentito parlare di "Miracle Mineral Supplement" (rimedio contro i tumori http://www.vitalchimia.org/la-scoperta-di-jim-humble.html), in quanto:

Circa 15 giorni fa, hanno riscontrato a mio suocero (60 anni) un Tumore al polmone (adenocarcinoma polmonare)con metastasi a fegato e ossa, inoltre hanno rilevato lo schiacciamento di N°3 vertebre (non sanno ancora se collegato al tumore). Attualmente è stato ricoverato in Pneumologia, ed hanno iniziato la terapia del dolore; ci hanno dato poche speranze date le metastasi e le dimensioni di circa 4/5 cm del tumore al polmone, il quale è inoperabile.

Ci stiamo aggrappando a qualunque cosa...

Inoltre qualcono ha mai sentito parlare di " 3 LUGLIO 1946: Washington, il giorno in cui il Cancro fu sconfitto" tratto da http://www.shambala.it/MD/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=21

Forse sarebbe meglio approfondire tali argomenti per coglierne la veridicità (ammesso che ne abbiano).
----------

Ho vissuto da medico il tuo stesso dramma, e non una ma ben tre volte. Non cercare cure miracolose da stregoni più o meno moderni, non esistono. Cerca invece come giustamente ti è stato consigliato di far entrare tuo suocero in uno studio sperimentale, anche all'estero, che possa dargli almeno l'illusione di star facendo qualcosa di più che aspettare la fine. Ci sono dei fortunati che possono dire di essersi salvati in questo modo. Da un punto di vista medico ti consiglierei come promettenti i protocolli sperimentali sulla Radioimmunoterapia, o sul trapianto allogenico di midollo osseo nei tumori solidi, o sull'infezione di cellule tumorali con virus o batteri specifici.
L'esperienza mi insegna che non è necessario dilapidare le proprie finanze per essere certi di aver fatto tutto il possibile.  (+ info)

Adenocarcinoma alla prostata?


Mio papa',62 anni e' stato sottoposto a prosectomia radicale nel settembre '08,prima dell'intervento,classificazione g1 con psa oscillante tra 4,70 e 5,70.Dopo operazione no radioterapia e dosaggio psa assente fino a oggi con controlli a cadenza trimestrale.Classificazione tumore T3a(gleason 3+4) senza metastasi ne linfonodi,pero' persistono sideremia e ferritina con valori bassi e SOPRATTUTTO eritrociti (25 il valore per tutti i controlli)nelle urine.Secondo il dottore e' normale ma non dovrebbe verificare?Non servirebbero controlli ''generali'' comunque?Qualcuno sa dirmi anche a la percentuale di recidivita' a questo stadio della malattia.
Ringrazio in anticipo per le risposte.
----------

La sideremia e la ferritina basse sono probabilmente derivanti dalla perdita di sangue nelle urine che dopo l'intervento e i trattamenti è abbastanza facile che accada. Per quanto riguarda le recidive la percentuale è praticamente inesistente e visto che non ci sono metastasi puoi stare ben tranquillo  (+ info)

ADENOCARCINOMA POLMONE?


Buongiorno, a mia suocera è stato diagnosticato un Adenocarcinoma polmonare di 3 cm al polmone destro con una metastasi sempre nel polmone destro di 1,7 mm e una nel polmone sinistro di poco più piccola. Gli esami che le hanno fatto sono:
Agoaspirato, biopsia.
Tac con contrasto, che ha evidenziato le 3 formazioni nodulari nei polmoni ma nient'altro nel resto del corpo.
Broncoscopia risultata negativa
Mammografia, ha evidenziato una massa più scura per questo hanno proseguito con ecografia al seno (fatta questa mattina), in base all'esito dovranno valutare se necessario fare o meno agoaspirato.
Scintigrafia, attendiamo i risultati.
Per ora stiamo aspettando che terminino con gli esami diagnostici ma abbiamo già prenotato un consulto il 28 gennaio con uno dei primari di oncologia medica dell'Istituto Europeo Oncologico di Milano.
Volevo sapere se qualcuno ha vissuto una cosa del genere e può raccontarmi la propria esperienza e poi cosa dobbiamo aspettarci per il futuro, il pneumologo che la ha in cura ci ha già detto che è da escludere un intervento, probabilmente si proverà con la chemioterapia. Secondo lui la prognosi è molto infausta, da 2 mesi a 2 anni... Se scintigrafia e mammografia risultassero negative, siete d'accordo nel dire che non potrebbe vivere anni cronicizzando in qualche modo la malattia?
Siamo molto affranti anche perché questo sarebbe dovuto essere un anno di felicità per l'arrivo del nostro primo figlio, invece è cominciato nel peggiore dei modi.
Grazie
----------

Premesso che la prognosi é strettamente legata alla stadiazione, e questa puó essere effettuata solo dopo tutti gli accertamenti ancora in corso, un adenocarcinoma polmonare bilaterale é comunque di brutta prognosi anche se non risultassero altre localizzazioni. La presenza di noduli neoplastici bilaterali esclude l'intervento chirurgico, la radioterapia é poco efficace e danneggia gravemente il tessuto respiratorio, l'unica soluzione é la chemio con protocolli complessi che comprendono spesso il cis-platino e l'etoposide.
L'IEO milanese é di alto livello e le terapie proposte saranno le migliori in assoluto, ma purtroppo una neoplasia di questo genere non "cronicizza" ed evolve progressivamente anche se la terapia riesce talvolta a rallentarla per periodi di durata abbastanza lunga. Difficile peró pensare, nella migliore delle ipotesi, ad una sopravvivenza di oltre 2-3 anni.  (+ info)

adenocarcinoma al seno?


ciao ,non vorrei essere troppo insistente ma sempre su questo discorso vorrei sapere con la mammografia ,ecografia,oppure con l' ago-aspirato si può' sapere qualcosa in piu di un tumore al seno di 6 mm?.In realtà' sappiamo solo che dovrà' essere operata e che dovrà togliere lo stesso giorno il linfonodo sentinella,e analizzeranno tutte e due ,sia il nodulo che il linfonodo ,ma purtroppo l' appuntamento e' a gennaio , e l' ansia mi prende e mi riempio di dubbi e domande senza risposte.poi un tumore al seno può' avere origine da un' altra parte?.grazie
----------

Ciao,sono interna in un reparto di chirurgia plastica che è specializzato in escissione di tumori al seno e ricostruzione mammaria....quindi purtroppo quasi tutti i giorni mi capita di conoscere donne che hanno questo tipo di problema.

L'ecografia,l'agoaspirato e la mammografia sono tecniche di grande aiuto nell'identificazione di un tumore mammario,ma la vera risposta si avrà solo dopo l'escissione dell'adenoma e dopo il risultato del referto istologico.

Quest'ultimo in effetti è l'unico che puo dare risposte concrete in merito alla patologia,e puo definire una stadiazione piu accurata del tipo di tumore!!

Inoltre anche la verifica delle stazioni linfonodali interessate sarà fondamentale,ma ovviamente per sapere cio bisognerà aspettare...generalmente il referto istologico si ha circa 20 giorni dopo l'esecuzione dell'escissione.


Posso solo dirvi di cercare di non farvi deprimere troppo da questa brutta situazione,capisco almeno in parte come possiate sentirvi,ma ,prima di fasciarvi la testa,aspettate tale esito.

Conosco decine di donne che hanno passato cio che sta passando ora la persona a te cara,alcune di queste per combattere il loo male si sono dovute anche sottoporre a piu sedute chemioterapiche,ma poi ce l'hann fatta,stanno bene e hanno ripreso ad avere una vita pressoche normale!!

Un abbraccio  (+ info)

adenocarcinoma metastatico 2?


ciao a tutti!mi avete tanto aiutato tempo fa.ora ho gli esiti siate sinceri ancora una volta,mio padre ha iniziato oggi con la 1°chemio e sbirciando sugli esami vi elenco esattamente gli esiti che si spiegano in questo modo (io non ci ho capito nulla).IL tutto inizia da una comparsa di mialgie agli arti superiori e inferiori.ECOGRAFIA GHIANDOLARE SALIVARI:
anteriormente alla parotide sx,nei tessuti molli,formazione ipocogena di 1,7 cm.AGOASPIRATO:neoformazione solida compresa nei tessuti molli pre-paraortici: adenoca
metastastatico TFF-1+.PET:iperaccumulo al lobo di sospetta natura produttiva-iperaccumulo a livello D11,L1,S1 a livello dell'arco laterale di sx del IV costa.ipercaptazionenel contesto della muscolatura a livello del massetere di sx dei muscoli interscapolari bilaterarmente,di entrambi i bicipidi omerali,la muscolatura pettorale di muscoli dorsali e glutei bilaterarmente ed a livello dell'ilepsoas di sx addossato all'ala dx iliaca. P.S. devo pensare al peggio veramente?
----------

anno ragione i due che anno risposto prima di pero non demordere la speranza e l,ultima a morire non ci sono parole so quello che provi io ho perso mio padre e mio zio auguri e scusa  (+ info)

1  2  3  4  5  

Lasciare un messaggio su 'adenocarcinoma mucinoso'


Non valuta né garantisce l'accuratezza dei contenuti di questo sito web. Fai click qui per la clausola completa di garanzia da eventuali responsabilità.