FAQ - neoplasie delle ghiandole sudoripare
(Powered by Yahoo! Answers)

Centro specializzato per neoplasie vescicali?


Qualcuno conosce un centro specializzato per neoplasie vescicali? o uno specialista? Quali sono i migliori? potete consigliarmene uno?
----------

dott. Zucconelli di portogruaro, a lui vengono inviati i pazienti che necessitano intervento dal centro tumori di Aviano.
è un'eccellenza
visita privatamente al centro san biagio di callalta  (+ info)

dove posso trovare il miglior centro di neurochirurgia esperto in"neoplasie primitive cerebrali di II grado"?


  (+ info)

Oncologo esperto in neoplasie cardiche!?


Cerco urgentemente un dottore esperto in neoplasie cardiche.
Avete un nome da riferirmi, con indirizzo o telefono, grazie a tutti anticipatamente.
----------

Credo questo articolo ti sarà utile per cercare un cardiologo-oncologo
http://www.corriere.it/salute/sportello_cancro/09_marzo_19/cuore_sorvegliato_speciale_cc35c598-149c-11de-9dd5-00144f02aabc.shtml  (+ info)

Vi prego di rispondere seriamente, è un problema serio il mio... e riguarda?


la sudorazione eccessiva... Parto da un esempio pratico: ora che sono al computer da un paio d'ore hodovuto cambiare due volte la maglietta perché le ascelle mi grondavano di sudore, ma solo lì. Delle pezze nettamente bagnate sotto le braccia che mi hanno costretto a cambiarmi. Purtroppo mi succede spesso, immaginate d'estate o quando faccio attività fisica!
Non so se qualcuno di voi ha lo stesso problema (molti per vergogna non lo diranno).. se sì come lo ha risolto? O conosce qualcuno che lo ha dovuto affrontare?
Io stavo pensando di farmi asportare le ghiandole sudoripare sotto le ascelle...
Grazie a tutti quelli che risponderanno
----------

Credo che in farmacia si vendano liberamente piccole "sottoascelle" che assorbono il sudore eccessivo e proteggono gli indumenti.
L'eccesso di sudore, non solo alle ascelle, è però spesso frutto di tensioni nervose eccessive, o dell'utilizzo di abbigliamento "non naturale".
In quei casi, il sudore prende un odore particolarmente sgradevole.
Potresti provare (magari solo su una ascella, per avere la controprova di efficacia) l'allume di rocca, che io adoperavo quando mi radevo (oggi porto barba e baffi) per curare i piccoli tagli generati dal rasoio (sì, quello vero, a mano libera!).
Un altro accorgimento che puoi provare (sempre su una sola ascella) è una leggera passata di "burro vegetale" (cacao + karité, della Kaloderma), che "calma" la sudorazione eccessiva; non ti aspettare però un risultato da una sola prova.  (+ info)

Le statistiche di sopravvivenza sul cancro hanno un reale valore?


Lo avrebbero probabilmente se tenessimo conto che agli inizi degli anni 80 non si disponeva della diagnostica di cui si dispone attualmente. Agli inizi degli anni ottanta si effettuavano ancora interventi esplorativi perchè non si era certi della pochezza della diagnosi e spesso si trovava un disastro metastatizzato, si richiudeva il paziente il quale un anno dopo moriva. Ma quel tumore era vecchio di anni ! oggi riusciamo a individuare neoplasie grandi come uno spillo con tac e risonanze fantascientifiche, operiamo, facciamo uso di chemioterapie adiuvanti, e cominciamo a contare il tempo che passa prima della dipartita del paziente senza renderci conto che contiamo praticamente dall'esordio della malattia e non già come in passato da stadiazioni ben più vetuste. L'inganno della statistica è tutto qui: rifutare di considerare cosa e quando si era in grado di diagnosticare un tumore. Togliete gli screening di massa e le mammografie coatte , riutilizziamo le strumentazioni diagnostiche di vent'anni fa e tutto torna come prima, con o senza chemioterapia. (Unica eccezione vera il tumore del testicolo). Vogliamo parlare di sarcomi? vogliamo parlare di microcitomi? vogliamo parlare di tumori del pancreas e del rene? cosa è cambiato dal punto di vista terapeutico in queste forme? nulla ! la terapia farmacologica del cancro non esiste. Esiste la diagnosi precoce, la prevenzione, la chirurgia e la radioterapia. Sino a che la filosofia di cura sarà rivolta alla rimozione e alla distruzione la terapia del cancro segnerà il passo e rimmarrà nella storia come il più grande fallimento della ricerca medica sia per risultati che per capitali investiti al riguardo.
x Oncocog: gli unici passi avanti della ricerca sul cancro sono stati compiuti relativamente alla diagnostica: pet, marcatori tumorali, antigeni, profili genici,tac, risonanze, octreoscan,queste sono le "armi" che hanno spostato indietro le lancette della diagnosi e danno l'illusione che i malati di cancro sopravvivano più a lungo - una delle metodiche di mia conoscenza in grado di individuare tumori piccolissimi
è questa http://www.humanitasalute.it/index.php/speciale-esami/3791-una-nuova-arma-contro-il-tumore-al-seno

Eviterei di issare il vessillo degli anticorpi monoclonali che spostano di ben poco le mediane di sopravvivenza (con alta tossicità) soprattutto in virtù del fatto di essere usati in extrema ratio anzicchè come terapia di prima linea - modificate le linee guida e cominciate a usare gli inibitori di crescita come terapia di prima linea (anzicchè alla fine dei noti trattamenti) e avremo davvero un bel passo avanti - mi spiace ma Di Bella docet anche in questo caso
Ma cosa si propone di dimostrare Oncocog? è colpa mia se anche le recenti risonanze non riescono a mettere a fuoco lesioni da un millimetro? Mi sembra autolesionistico il suo atteggiamento! Quando parlavo di "lesioni millimetriche" lo facevo metaforicamente ovviamente. Non capisco: vuole mettere in dubbio l'affinamento diagnostico di questi ultimi anni? per dimostrare cosa? che invece le conquiste sono da accreditarsi invece alla "terapia"?

Le fornisco un paio di link tratti da xagena: non coincidono con le Sue valutazioni, spero non mi dirà che xagena è un covo di cospiratori

http://www.xagena.it/medicina/elenco/?action=show&l=e&word=Erbitux&id=1376

http://www.xagena.it/medicina/elenco/?action=search&l=e&word=Erbitux

di cosa stiamo parlando dottore? quanti ammalati metastatici sono stati guariti dagli anticorpi monoclonali? lei alimenta false speranze? xchè non da il suo parere al signore con LNH ad altro grado in altra conversazione confutando le mie considerazioni?
Mi deve altresì spiegare il suo affetto nei confronti dei monoclonali che Lei ben sa non sono applicabili alla totalità degli ammalati neoplastici ma ad una ben delimitata categoria di questi : perchè li usa come argomento "forte" nel discutere con me se sono applicabili a una esigua e determinata fetta di pazienti?

E perchè considera così degno di nota l'anticorpo che inibisce un singolo fattore di crescita e butta invece nel cestino della spazzatura la somatostatina che li inibisce tutti indistintamente a cascata?

...e badi bene che non sto citando Di Bella cosa che so fa venire un esantema fulminante agli oncologi... ma sto citando il premio nobel 1977 Schally che in recentissimo studio ne raccomanda (ancora una volta) l'uso esteso a tutte le forme tumorali.

Anticorpo si , somatostatina no : come risolviamo questa incomprensibile incongruenza dell'oncologia ?
ho scartabellato nei miei preferiti e ricordavo bene: l'Avastin non è propriamente come prendere dell'acqua minerale.

http://www.partecipasalute.it/cms_2/node/549

mi sembra inoltre inquietante il paragrafo a cura dell'AIFA in fondo alla pagina, soprattutto perchè bene esprime come ormai sia l'uso clinico a scrivere per davvero la letteratura di un farmaco ( ahimè ).
----------

Secondo me la cura del cancro è ancora lontano dal venire! Non serve evocare statistiche basta guardarsi attorno! Una strage. La chemio non serve a niente. Difatti non si spiegherebbe se no come mai il primo approccio sia la chirurgia.Solo chi e operabile ha qualche possibilità di sopravvivere. A me basta guardare qui nel mio piccolo quartiere e senza difficoltà arrivo a contare almeno 20 vittime di questa terribile malattia. Chi al seno chi al cervello, chi come mio padre ai polmoni, ecc ecc.. Quindi non venite a parlarmi di statistiche.Men che meno quelle che danno certi personaggi famosi in tv (sempre in prossimità, guarda caso, delle varie campagne per la raccolta fondi) in cui si decantano guarigioni del 90%! Scandalose! Assolutamente scandalose e criminali.

P.S. Per l' utente Ragazza50
Lei ha dato risposte sulla chemio dando come fonti "esperienza personale" pero ho letto in una delle sue risposte che a fatto solo la radio (oltre alla Mastectomia ovviamente) Come mi spiega questa incongruenza?

Altra Incongruenza a suo carico: Ha detto che la chemio ha salvato suo padre da 2 tumori?? (magari se potesse darmi qualche dettaglio in più perché mi ha proprio incuriosito. Probabilmente sara l' unico caso esistente al modo) ma in un altro post dice"io papà ha avuto il tumore all'apice polmonare...dolorosissimo...la morfina era arrivata ai massimi dosaggi, tanto era forte il dolore...
I primi dolori li ha avuto verso aprile del 1997......Il 14 febbraio del 1998 se n'è andato per sempre" Ma non era guarito 2 volte??
Per cortesia non offenda l' intelligenza di chi legge.

P.S.2 Le posso garantire che i farmaci per il cancro al polmone sono rimasti quelli di 10 anni fa quindi le cure non sono affatto migliorate.  (+ info)

vorrei provare il deodorante perspirex?


però ho paura che possa fare male. E un deodorante antitraspirante, cioè regola l'attività delle ghiandole sudoripare sotto le acselle. Ci sono situazioni in cui sodo di più e l'alone bagnato sotto le ascelle non mi piace proprio e in molti mi hanno consigliato di usare perspirex. Non vorrei che però questo prodotto facesse male. In fondo la sudorazione è un processo normale che avviene in tutti (chi più chi meno).
C'è qualcuno che se ne intende e potrebbe darmi qualche consiglio?
----------

va dato la sera prima di andare a letto, dopo essersi lavati e asciugati benissimo...dai una passata leggere e lo fai asciugare tenendo le braccia un pò alzate....questo devi farlo per almeno una settimana tutte le sere..la mattina quando ti svegli devi solo sciaquarlo con un buon sapone...mi raccomando, una volta lavato NON DEVI assolutamente darti nessun tipo di deodorante...è importante..passata la prima settimana o dieci giorni devi iniziare a diminuire la frequenza con cui darlo, nel senso invece di darlo tutte le sere lo dai una sera si e tre no, ma l'importante è non darsi mai altri deodoranti...vedrai che funziona e non avrai più l'inconveniente della sudorazione eccessiva...l'unico piccolo problema è resistere ai bruciori dei primi giorni, ma se lo dai poco prima di dormire non te ne accorgi..  (+ info)

Qual è il migliore libro di Neurologia?


Mi serve un libro che parli in specifico delle neoplasie del Sistema Nervoso Centrale. Andrebbe anche bene un libro di oncologia che ne parlasse, ma non vorrei ci fossero troppe parti dedicate alla biologia molecolare dei tumori... Vi ringrazio
----------

ti consiglio Bonavita!!!  (+ info)

ragazzi non ce la faccio più ho un problema?


ciao a tutti da quando sono nato ho avuto il problema del sudore
infatti qnd avevo 4 anni solo se camminavo un po' sudavo tantissimo
ho provato a risolverlo con lo sport quindi controllare il sudore(ho fatto basket e calcio) ma dopo neanche 1 minuto di corsa lenta ero già sudatissimo
a 10 anni fece una visita per questo fatto da un dermatologo che mi disse che era un fatto di ormoni e che tra massimo 2 anni passava tutto
sono andati poi a 13 anni da uno specialista del sudore che ha rilevato nessun difetto delle ghiandole sudoripare
ora mi chiedo
è solo un fatto di ormoni che passerà oppure è un problema ghiandolare?
cmq ancora oggi sudo tantissimo forse anche a causa del mio peso (sono 1.65 e peso 83 chili)
ma ciò mi rende anche molto difficile i rapporti con i miei coetanei(ho 15 anni)
infatti non posso vestire di bianco se non si vedono le macchie non posso indossare abiti attillati ma sopratutto il problema più grave è che quando le ragazze mi baciano mi dicono che schifo questo non si è lavato quando invece sono stato due ore per prepararmi

aiutatemi sul punto di vista medico ma anche su quello relazionale
io sto facendo una dieta seria
ho perso in 4 mesi più di 15kili
ero grassissimo
----------

non lo so  (+ info)

CONSIGLIO A TUTTE LE DONNE: più che una domanda la mia richiesta vuol essere un appello a tutte le donne:?


FATEVI CONTROLLARE PERIODICAMENTE! Ve lo dico con il cuore perchè qualche mese fa mi sono sottoposta (dopo molte insistenze da parte di mio marito) ad una mammografia, la quale non ha rilevato nulla. Per fortuna ho fatto anche una ecografia al seno , la quale ha rilevato 2 noduli dubbi. Dopo vari esami diagnostici mi sono sottoposta ad intervento chirurgico per rimuoverli....entro 2 settimane saprò se sono di natura BENIGNA o MALIGNA!! Premetto che non ho mai accusato alcun disturbo ! Dopo questa esperienza mi sottoporrò regolarmente, ogni anno, alle visite di controllo!
La prevenzione è importante perchè le eventuali neoplasie, se prese in tempo, sono curabili e i trattamenti meno traumatici!!

Con affetto, un saluto a tutte le donne
Mony

accendete tante stelline perchè la prevenzione è un messaggio utile da trasmettere!!
Ciao Raggio di sole,
sono contenta si sentirti! L'intervento è andato tutto ok...sono persina riuscita a rimanere tranquilla ed a scherzare con le infermiere! (per fortuna mi hanno operata per prima e, quindi, non ho dovuto aspettare ). Il post operatorio non è stato doloroso e martedi toglierò i punti. Non vedo l'ora di ricevere l'esito istologico..solo allora potrò tirare un sospiro di sollievo...altrimenti altro intervento per la ricerca del linfonodo sentinella!! brr, non ci voglio pensare e, anche se fosse, sono serena ed accetto con tranquillità quello che mi riserva il destino.
Un abbraccio, ciao stellina (questa volta te lo dico io, hi hi).
----------

Un messaggio intelligente ed importante.
Spesso rimandiamo gli esami, che, se fatti regolarmente, possono assicurarci di stare in buona salute.
I medici riferiscono che il primo motivo di assenza dalle visite di controllo è la paura di trovare qualcosa, anche se in realtà, quanto prima si trova qualcosa di sospetto, tanto più aumentano le nostre possibilità di cura.
In bocca al lupo Mony e grazie per la tua testimonianza.  (+ info)

ciao! io vorrei esporvi subito il mio problema! io sudo molto sul viso.?


il fatto che sudi molto sul viso, mi impedisce in estate di uscire perché sudando mi imbarazzo moltissimo. non so se cio che mi succede sia dovuto al mio peso eccessivo o alle mie ghiandole sudoripare che ne sono in quantità. io peso 105k si lo so!! è un gran bel peso, ma per mia fortuna sono alto e robusto quindi riesco a nascondere bene questo mio altro problema. quello mio piu grande è il problema del sudore in viso che non so come risolvere e che io odio! perché non sudo normale come quelle perone che vedo ogni giorno ma in modo eccessivo sul viso?? se sapete come aiutarmi allora vi ringrazio senno grazie lo stesso!!
----------

penso che la risposta te la sia dato da solo, questa sudorazione è anche data dal sovrappeso, e la pressione,l'hai mai misurata in quelle condizioni?  (+ info)

1  2  3  4  5  

Lasciare un messaggio su 'neoplasie delle ghiandole sudoripare'


Non valuta né garantisce l'accuratezza dei contenuti di questo sito web. Fai click qui per la clausola completa di garanzia da eventuali responsabilità.