FAQ - sincope vasovagale
(Powered by Yahoo! Answers)

SINCOPE VASOVAGALE Cos'è?


Che cos'è?
Da cos'è procurata?
come si puo prevenire?
E chi ne ha avuto un attacco?
----------

La sincope è definita come una transitoria perdita della coscienza, a risoluzione spontanea, con incapacità a mantenere il tono posturale e, generalmente, caduta a terra , dovuta a transitorio e reversibile ipoafflusso ematico cerebrale.

Cause di sincope



Neuro-mediate

- Vasovagale

- Del seno carotideo

- Situazionale

Ortostatiche

- insufficienza sistema nervoso autonomo

- deplezione di volume

Cardiache da disturbi del ritmo

- disfunzione nodo del seno

- malattie sistema di conduzione AV

- tachicardie parossistiche sopraventricolari e tachicardia ventricolare

- Sindrome del QT lungo

- Malfunzionamento di pace maker

Patologia strutturale cardiaca e/o polmonare

- valvulopatia

- ischemia/infarto acuto

- cardiomiopatia ostruttuva

- mixoma striale

- dissezione aortica acuta

- embolia/ipertensione polmonare

Cerebrovascolare

- sindrome da furto della succlavia


Per prevenire la sincope, i soggetti predisposti devono evitare le situazioni scatenanti. Per favorire la ripresa della coscienza, il soggetto colpito deve essere tenuto in posizione sdraiata e con le gambe sollevate per qualche minuto.  (+ info)

sindrome vasovagale o ipotensione ortostatica?


Caso(mio)di1pz,ambiente caldo-umido,dopo15 min di clinostatismo,sottoposto a1esame invasivo(x indicare la possibilità di1stato ansioso)
Classico,si rialza e dopo pochi secondi presenta i soliti sintomi prodromici:pallore,sudorazione al viso,sensazione di calore,di mancamento,lievi disturbi della vista,ronzii/acufeni E NAUSEA!
Immediato beneficio derivato dalla riassunzione della posizione clinostatica.
Dopo5minuti di riposo PA 130/80 e FC 60.
Riposo, riprende la posizione ortostatica con MOLTA calma (dapprima seduto etcetc) e ripete la stessa sintomatologia con l'aggiunta, stavolta, di VOMITO.

Purtroppo a questo punto non son riuscito a prendergli nè pressione nè frequenza cardiaca per il timore di sincope e la frenesia del momento; il pz si è rimesso subito a letto ove pian piano si è ripreso.

Non ha riferito cardiopalmo nè tachicardia (per quanto avrei dovuto obiettivarla io,è vero).

Se i dati in vostro possesso fossero solo questi, il vostro primo sospetto sarebbe sdr vasovagale?
Se sì/no, perchè?

Secondo quesito: se il pz riferisse una pressione normalmente 140/89 (per dire mai sopra i 90), ma un passato di ipertensione arteriosa ATTUALMENTE ANCORA IN TRATTAMENTO (scusate non ho capito che farmaci perchè il pz era abbastanza confuso in questi attimi!) CON FARMACI IPOTENSIVI...non pensereste comunque a una sdr da ipotensione ortostatica?

PS: please non limitatevi a cercare le sindromi su google e a fare copia incolla, piuttosto mettete il link...ma cmq il problema credo sia di interpretazione del caso, non di definizione...
Grazie cmq a chiunque cercherà di chiarirmi questo dubbio...
Grazie Alex 2002, è la precisione di cui avevo bisogno...
Se puoi però mi scriveresti una mail che vorrei continuare la discussione in privato, con maggiori dettagli?


Mi pare non sia comunque visibile anche se mi scrivi, così non c'è lesione della tua privacy ;)
----------

l'ipotesi di sindrome vasovagale ci può stare, considerando che il paziente è rimasto normoteso. non specifichi il tipo di manovra invasiva, ma molteprocedure che possono provocare disconfort o dolore nel paziente possono dare una stimolazione vasovagale. pensa al clistere...

scarterei l'ipotensione ortostatica dato che mi riferisci valori pressori nella norma. il mfatto che il pz prenda degli antipertensivi non mi da da pensare perchè i valori pressori sono buoni. vuol dire che il pz è compensato. una pressione così non giustifica una lipotimia perchè il sangue ha abbastanza pressione per arrivare al cervello. se fosse una ipotensione da farmaci i valori sarebbero ben più bassi  (+ info)

Chi conosce la diffeenza tra SINCOPE, COLLASSO e LIPOTIMIA?


Non credo che siano sinonimi!
----------

SINCOPE un'improvvisa perdita di conoscenza. Può essere transitoria,solitamente è associata ad alterazioni del flusso circolatorio e delle funzionalità respiratorie, oltre che ad una generale riduzione della potenza muscolare.
La causa principale può essere uno scarso apporto di sangue al cervello.

LIPOTIMIA è il livello meno grave della perdita di conoscenza. il respiro è conservato, il polso è debole e lento, l'infortunato è spesso sudato pallido e ha un senso di freddo.
I sintomi premonitori sono un senso di malessere, nausea pallore e capogiro. La prima cosa da fare è solelvare gli arti dell'infortunato per favorire un maggiore afflusso di sange al cervello e al cuore.

COLLASSO la cosa più brutta (parlando anche per esperienza, e la cosa peggiore è che a provocartelo siano dei MEDICI).
Il collasso circolatorio è l'improvviso ed acuto venir meno della funzione circolatoria, con caduta della pressione sanguigna e diminuzione della massa di sangue circolante.
Un collasso cardiaco è un cedimento, caratterizzato per lo più da un calo improvviso della pressione sanguigna.
A questo può esserne associato anche uno respiratorio (a me è capitato)

Non sono assolutamente sinonimi  (+ info)

diritto alla pensione di invalidità x sincope?


se in un soggetto anziano sono sempre + frequenti crisi sincopatiche.
ha diritto all'invalidità con accompagnatore?
----------

dovrebbe presentare domanda alla propria ASL, se la commissione medica, dopo una attenta visita e aver esaminato la documentazione medica, lo ritenesse invalido ,gli assegna una percentuale di punti,questi,non dovrebero essere inferiori al 74% al fine di poter usufruire di un assegno mensile e la 104 che gli da il diritto a sua volta di presentare domanda x l accompagnamento  (+ info)

Sindrome VASOVAGALE, per esperti dell'argomento?


Salve a tutti, in un soggetto con sindrome vasovagale, dopo gli svenimenti è possibile che siano legati a quest'ultima dei discorsi come se una persona fosse in un flashback?
Che non riconosce alcune persone e crede di essere in un periodo della sua vita piuttosto che in un altro?
Risposte motivate per cortesia :)
Grazie mille
----------

meglio chiedere ad un medico reale,....  (+ info)

Sincope e comportamento "epilettico", mi spiegate il perché?


Premetto che non sono un soggetto epilettico, quindi non vi vorrei chiedere se sia o meno stata una crisi epilettica ma più che altro perché si somiglia tanto!

Un anno fa ebbi un'operazione e nonostante mi avessero sconsigliato ebbi la brillante idea di alzarmi dopo svariate ore che ero sul letto in ospedale, semi-digiuno, con l'anestesia spinale appena "finita", per andare in bagno. Al ritorno fui conscio di stare per svenire, e la persona che mi tenne mi raccontò che ero diventato pesantissimo tanto da non potermi più reggere con le sole forze, e soprattutto che una volta coricato ho avuto un breve comportamento simile ad una crisi epilettica.

Ora vi chiedo, perché si hanno questi "spasmi"? A cosa sono dovuti? Grazie!
----------

più che comportamento epilettico lo definirei più uno shock dovuto alla fase post-operatoria.
Il tuo corpo era troppo debole per sorreggere il tuo peso, avevi sicuramente ancora l'anestesia in circolo e quest'ultima in pratica rallenta, mette a "dormire" il metabolismo del tuo corpo. In quel momento nel tuo corpo tutto funzionava più lento, il cuore, gli organi principali e anche il cervello. il tuo corpo quindi non era ancora pronto a riprendere la normale attività, e cioè quella di alzarti ed andare in bagno  (+ info)

motivo per venire un Sincope convulsiva?


innanzitutto può derivare da un eccessivo sforzo, ma anche da un'emozione forte. comunque il problema è il cuore, quindi ti consiglio di andare a farti un elettrocardiogramma nel caso tu l'abbia avuta.
ciao!!  (+ info)

sincope vaso-vagale. può essere pericolosa a lungo andare?


salve, volevo qualche consiglio. soffro di sincope vaso-vagale, un disturbo del nervo vago che mi rende soggetta a svenimenti a causa di una forte emozione, di uno sforzo o di semplici sbalzi di postura.
siccome questa sincope provoca un minor afflusso del sangue al cervello con conseguente perdita di coscienza, volevo sapere se potrebbe essere pericoloso a lungo andare, se magari potevano subentrare danni.
oggi mi è capitato di svenire per l'ennesima volta, a scuola, dopo aver fatto la resistenza (avrei fatto meglio a non farla!).
purtroppo non esiste una cura vera e propria, bisogna solo stare attenti a non incorrere in questi svenimenti.
qualcuno di voi ne soffre come me? cosa fate? cosa vi hanno detto di fare/non fare??
grazie mille dell'aiuto... ciao!!
per danni però non itendo danni legati al fatto che potrei cadere e farmi male, ma danni magari a livello celebrale o cardiaco... non so, danni più "fisiologici" insomma...
----------

Di per se non è una condizione patologica pericolosa,ma ovviamente la sua pericolosita puo variare in base al luogo e alla situazione nella quale si presenta tale episodio!!

Non appena senti i primi sintomi del suo sopraggiungere devi sempre ricordarti di sdraiarti o di sederti in modo tale da non andare a sbattere lòa testa in qualche spigolo e crearti seri danni...idem per quanto riguarda la guida!!

Se non l'hai ancora fatto..ti consiglierei un consulòto neurologico approfondito_!!  (+ info)

sincope benigna? che fare?


ho spesso perdita della vista e senzazioni di svenimento.2 anni fa ho fatto il tilt test che è risultato positivo(minima inesitente massima a 50),ma a quanto pare è stato eseguito in maniera superficiale perchè nn è stato riportato il battito cardiaco.l'altro giorno per la terza volta in questi 2 mesi sono quasi svenuta sotto la doccia,non riuscivo a respirare,mi sentivo mancare.sono uscita e mi sono coricata a terra.ero pallida e avevo un forte senso di nausea.la pressione era 70 /50 con 130 battiti.devo consulatre un cardiologo o è una normale sincope ortostatica?
----------

Hai, tuo malgrado, sperimentato i tre tempi della Sincope vago-mediata, detta da alcuni colinergica: primo evento depressore ella contrattilità cardiaca (acqua tiepida in faccia e negli occhi!, forse), fase "colinergica" con difficoltà a respirare, forte nausea, visione appannata, sudorazione (comunque eri sotto la doccia), pressione sotto i tacchi, e fase di "compenso" con battito cardiaco accelerato. Però non credo che saperlo Ti renda particolarmente sollevata, visto il disagio che provi...
Se fossi all'università, e il "Tuo caso" fosse posto come domanda, direi che non è tanto ortostatica, perchè se lo fosse, si ripeterebbe ogni qual volta rimani in piedi per un lungo periodo di tempo, o ti alzi di scatto- salvo casi particolari.
La positività del Tilt-test è già indicativa che esiste una certa "ipersensibilità vagale" (ha anche dei sinonimi), che è poi il minimo comune denominatore di tutte le sincopi vago-mediate, e già questo mi permetterebbe di escludere, con una certa ragionevolezza, un problema primitivamente di cuore, perchè ad essere onesti esistono anche le "sincopi cardiogene".
un Internista od un cardiologo esperto possono dirTi molto meglio di me cosa è opportuno fare, ma generalmente richiedono, se non sono già stati fatti, e se la situazione è pesante in generale,un elettroencefalogramma per vedere se non fosse una -rarissima- "sincope da scarica comiziale corticale", un elettrocardiogramma per vedere se ci sono aritmie strane (improbabilissime, visto che in quesl caso PRIMA si sentirebbe il battito del cuore "impazzito" e POI tutto il resto),  (+ info)

COLLASSO PER DROGA (SINCOPE)?


la sincope è quello che in gerco giovanile
viene chiamato "collasso". ecco, io vorrei
sapere da cosa è provocato/a il/la collasso/sincope
dopo aver fumato marijuana: che parti
del corpo vengono attaccate etc etc. grazie
EDIT: e cosa può provocare spasmi?
----------

il pricipio attivo della marijuana è un vaso dilatatore....se se ne assuma un alta dose o sei un sogetto sensibile la pressione arteriosa può precipitare così vertiginosamente da provore uno svenimento  (+ info)

1  2  3  4  5  

Lasciare un messaggio su 'sincope vasovagale'


Non valuta né garantisce l'accuratezza dei contenuti di questo sito web. Fai click qui per la clausola completa di garanzia da eventuali responsabilità.